Emergenza coronavirus, l’Italia torna in Zona Rossa: cosa si può fare il 31 dicembre, ultimo giorno dell’anno.

Dopo tre giorni di respiro per i commercianti e per tutte le persone che sono uscite di casa senza il peso dell’autocertificazione, il 31 dicembre l’Italia torna zona Rossa in vista del Capodanno e del primo fine settimana del 2021. Poi ci sarà un giorno in Arancione (il 4 gennaio) e due giorni rossi (5 e 6 gennaio). Andiamo a ripassare le regole per l’ultimo giorno di un anno davvero complicato che speravamo di lasciarci presto alle spalle.

Cosa si può fare il 31dicembre. Gli spostamenti

Per quanto riguarda gli spostamenti è vietato uscire di casa se non per motivi di lavoro, necessità, urgenza e salute. Ma alla luce del momento particolare, ossia quello delle feste, il governo ha inserito alcune deroghe per garantire un minimo di socialità.

È possibile spostarsi in due persone per raggiungere un’abitazione privata che si trovi nella stessa regione. Le due persone possono essere accompagnate da figli minori di 14 anni o da soggetti non autosufficienti.

È consentito un solo spostamento al giorno a meno che il secondo non sia per fare ritorno presso la propria abitazione. Semplificando il discorso, non si può uscire di casa andare a pranzo dai nonni materni e poi spostarsi nuovamente per andare a cena dai nonni paterni. Semplificando ulteriormente, in una giornata si può andare in una sola abitazione privata (diversa dalla propria ovviamente).

Dal 21 dicembre e fino al prossimo 6 gennaio resta vietato spostarsi tra le Regioni se non per motivi di salute, necessità, urgenza o lavoro.

Ricordiamo che gli abitanti dei Comuni di piccole dimensioni (meno di 5.000 abitanti) possono spostarsi in un raggio di 30 chilometri ma senza la possibilità di raggiungere il capoluogo di provincia. Una deroga concessa per evitare di isolare gli abitanti dei piccoli centri di confine.

Carabinieri
Carabinieri

Il coprifuoco

Resta il coprifuoco ma a cavallo tra il 31 dicembre e il 1 gennaio scatta il coprifuoco prolungato. Il divieto di circolazione scatta come di consueto alle 22:00 ma cessa alle 7:00 del mattino seguente, e non alle 5:00.

L’autocertificazione

Tutti gli spostamenti andranno giustificati con l’autocertificazione, con la quale si specificherà il motivo dello spostamento, il luogo da dove è iniziato lo spostamento e la destinazione.

Autocertificazione ottobre 2020
Fonte foto: https://www.interno.gov.it/it/notizie/line-modulo-autodichiarazione-spostamenti-campania-lazio-e-lombardia

Bar e ristoranti

In zona Rossa, così come in zona Arancione in realtà, restano chiusi i bar e i ristoranti, che possono lavorare solo da asporto o per il servizio a domicilio.

I negozi aperti in zona Rossa

In zona rossa chiudono i negozi non essenziali. Restano aperti tabaccai, edicole, alimentari, farmacie e parafarmacie. In realtà la lista degli esercizi che possono rimanere aperti in zona Rossa è abbastanza nutrita. Di seguito trovate la lista completa. Ovviamente il 1 gennaio oltre alle restrizioni si aggiunge anche il giorno di festa, quindi molti dei negozi che potrebbero essere aperti a norma di legge saranno chiusi. Come ogni anno.

Si può fare sport in zona rossa?

In Zona Rossa è possibile fare attività motoria nei pressi della propria abitazione ed è possibile fare attività sportiva in forma individuale.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
31 dicembre coronavirus cronaca motori primo piano

ultimo aggiornamento: 31-12-2020


Controlli per le strade e sui gruppi Telegram e WhatsApp: parte la caccia ai veglioni ‘clandestini’

La mamma muore di cancro, i figli si tolgono la vita per il dolore: il dramma a Figline Valdarno