Emergenza coronavirus in Italia, le regole in zona gialla fino al prossimo 5 marzo: cosa si può fare e cosa no.

Con i provvedimenti adottati a gennaio il governo, pur confermando la divisione dell’Italia in zone di rischio, Zona Gialla, Arancione e Rossa, cambia le regole e aggiunge una quarta zona: quella Bianca. Andiamo a vedere allora le nuove disposizioni in vigore fino al prossimo 5 marzo per quanto riguarda la zona Gialla.

Zona Gialla Coronavirus
Fonte foto: https://www.facebook.com/palazzochigi.it

Cosa si può fare in zona Gialla: le regole

Con l’istituzione della zona Bianca, quella Gialla non è più la zona a minor rischio epidemiologico e meno restrittiva, ma le regole sono decisamente blande nonostante le ultime restrizioni disposte dal governo. Di seguito le regole in zona Rossa e in zona Arancione.

Zona gialla, le regole per gli spostamenti tra Comuni e tra Regioni

Per quanto riguarda gli spostamenti, è consentito circolare liberamente all’interno della propria regione di residenza ma non è possibile spostarsi tra Regioni, neanche per raggiungere un’altra zona gialla.

Confermato il coprifuoco anche in zona Gialla, quindi non sarà possibile spostarsi dalle 22.00 alle 5.00 del mattino seguente se non per motivi di lavoro, necessità, salute.

I negozi

In zona gialla i negozi sono aperti ovviamente nel rispetto delle norme contro la diffusione del coronavirus. Nei giorni festivi e prefestivi invece chiudono i centri commerciali.

La scuola

Per quanto riguarda la scuola si dispone la didattica in presenza fino alle medie. Per quanto riguarda le superiori si dispone la didattica in presenza alternata per minimo il 50% degli studenti e fino al75%.

I mezzi di trasporto

Per quanto riguarda i mezzi di trasporto pubblico locale, è consentito il riempimento fino al 50%.

Bar e ristoranti

È possibile consumare all’interno dei locali dalle 5.00 alle ore 18.00. Dalle 18.00 alle 22.00 è permesso solo l’asporto di cibi e bevande dei locali con cucina. La consegna a domicilio invece può avvenire senza limiti di orario.

I musei

Una delle novità è la riapertura nei giorni feriali dei musei, che ovviamente dovranno rispettare le norme anti-contagio.

Lo sport

Per quanto riguarda lo sport sono chiuse le palestre e le piscine ma è possibile fare attività motoria e attività sportiva individuale anche nei centri attrezzati.

L’autocertificazione

In zona gialla l’autocertificazione è necessaria solo per giustificare lo spostamento verso un’altra Regione o per giustificare uno spostamento durante il coprifuoco, quindi dalle 22.00 alle 5.00.


Cosa si può fare in Zona rossa: le regole fino al 5 marzo

Coronavirus, in Lombardia in tilt il sistema comunale di sorveglianza dei dati