Private Equity: l’Italia scopre una nuova forma di investimento

La Private Equity è una pratica che consente a un investitore di acquisire azioni di società non quotate sui mercato: cosa sono i Private Equity Funds per la finanza italiana attuale?

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Cosa sono i Private Equity Funds

Creato ed emesso da una Società di Gestione del Risparmio, un fondo di Private Equity ha una vita prestabilita che può oscillare dai 5 ai 30 anni, ma la media si aggira tra i 10 e i 12.

La società che gestisce il fondo (Management Company) è di proprietà di partner e sponsor del fondo e investirà in azioni di particolari aziende, individuate come target e scelte per diverse caratteristiche, come dimensione, performance e mercato di riferimento.

Perseguendo la differenziazione degli investimenti come uno degli obiettivi principali, ogni fondo di Private Equity non acquisirà quasi mai da una stessa azienda più del 15% delle azioni di cui il fondo si compone.

Ogni anno sarà corrisposta alla Menagement Company una certa percentuale in qualità di remunerazione. Tale percentuale viene calcolata inizialmente sul valore complessivo del fondo, in seguito sul capitale effettivamente investito. I fondi più piccoli corrispondono in genere il 2,5%, mentre i fondi più grandi e soprattutto quelli internazionali, corrispondono per la loro gestione percentuali molto minori.

In aggiunta a queste percentuali fisse la Menagement Society percepirà anche una parte (in genere il 20%) degli introiti generati con gli investimenti proposti.

Nei primi anni di vita del fondo (generalmente 5) vengono pianificate ed effettuate le acquisizioni nelle varie aziende target. Negli ultimi anni invece si procede ad operare in maniera da far crescere il valore delle azioni possedute sostenendo lo sviluppo delle aziende target.

La storia dei Private Equity Funds

Nel decennio tra i primi anni Novanta e i Duemila gli introiti generati da questo tipo di fondi era di oltre il 30% all’anno.

Questa percentuale si ridimensionò in seguito, fino ad arrivare nel 2004 a sfiorare il 17%.

Negli anni più recenti in Italia c’è stata una netta ripresa degli investimenti in questo genere di fondi: nel 2016 si è registrato un record negli investimenti in Private Equity Funds di 8,191 Miliardi di Euro. Si tratta di un dato particolarmente notevole, dal momento che costituisce un rialzo del 77% rispetto al 2015.
certificato_unicasim

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-07-2017


Dove si trovano le quotazioni degli ETF e perché sono fondamentali?

Cosa significa Paper Trading e quali sono i suoi limiti per gli investitori