Ecco cosa vedere a Siena, una delle più belle città italiane famosa per il suo Palio ma non solo. Tutto sul capoluogo di provincia toscano.

L’Italia, da nord a sud, offre tanti luoghi ricchi di storia e di cultura da visitare. Difficile, se non del tutto impossibile, stilare una classifica delle città più belle che metta d’accordo tutti, più facile invece indicare quali città sono da inserire nel lungo elenco di quelle da vedere assolutamente almeno una volta. Tra questi non possiamo non inserire Siena: è famosa in tutto il mondo per il suo Palio, che si tiene due volte all’anno e che attira turisti da tutto il mondo, ma la città è anche un piccolo gioiellino che merita assolutamente di essere visto.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cosa vedere a Siena: Piazza del Campo

Piazza del Campo è la piazza più famosa di Siena ma anche una delle più famose al mondo, anche perché è quella in cui si corre il Palio. Ha una forma particolare, a conchiglia, con 9 spicchi che la dividono in altrettante zone. La Piazza del Campo è dominata dalla Torre del Mangia e del Palazzo Pubblico.

Siena
Siena

Siena, cosa vedere: Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia

Lo abbiamo citato prima parlando di Piazza del Campo, il Palazzo Pubblico di Siena merita di essere visitato. Al suo interno troviamo il Museo Civico in cui sono presenti gli affreschi che rappresentano l’Allegoria del Buono e Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti. Possono visitarlo gratuitamente i residenti del Comune di Siena e i bambini fino agli 11 anni.

A fianco del Palazzo Pubblico troviamo la Torre del Mangia: alta 88 metri, offre ai visitatori che decidono di fare tutti i suoi 400 scalini una vista davvero spettacolare su tutta la città.

Visitare Siena: il Duomo

Subito dopo essere stati in Piazza del Campo e aver visitato il Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia, spostatevi nella vicina Piazza del Duomo e visitate il Duomo di Siena dedicato a Maria Assunta. In stile gotico italiano, la costruzione è iniziata nei primi anni del 1200 ed è terminata alla fine del 1300.

Al suo interno, nella Cappella Piccolomini ci sono anche quattro statue realizzate da Michelangelo, da segnalare poi anche il Pulpito realizzato da Nicola Pisano.

Cosa visitare a Siena: il Battistero di Siena

Una volta terminata la visita al Duomo, li vicino troverete il Battistero di Siena. Anche in questo caso la visita è d’obbligo. Al centro troviamo il Fonte Battesimale in marmo e bronzo in cui sono stati battezzati nella storia i più importanti cittadini senesi. Gli angeli in bronzo presenti sul Fonte Battisimelo sono stati realizzati da Donatello. Da ammirare anche gli affreschi sulle navate realizzati da Benvenuto di Giovanni, Pietro degli Orioli e Lorenzo di Pietro.

Siena, cosa visitare: la Pinacoteca di Siena

All’interno della Pinacoteca di Siena si possono trovare diversi opere importanti del ‘400 e del ‘500 realizzate da artisti come Duccio, Pietro e Ambrogio Lorenzetti, Matteo di Giovanni e Francesco di Giorgio Martini.

Cosa fare a Siena: vedere il Palio

Se avete la fortuna di essere a Siena quando c’è il Palio, non potete assolutamente perderlo. No, non è una semplice corsa di cavalli nel centro cittadina: è molto, molto di più. E’ storia, tradizione, folklore ma anche passione e rivalità.

Il Palio di Siena si tiene due volte l’anno: il 2 luglio è il giorno del Palio di Provenzano, in onore della Madonna di Provenzano, il 16 agosto si corre il Palio dell’Assunta, in onore della Madonna dell’Assunta. Gli eventi durano tutta la giornata, ma in realtà per tutta la settimana in città si vive l’atmosfera di questa storica manifestazione che si ripete anno dopo anno dal 1200.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 30-06-2022


F1, Gran Premio di Gran Bretagna 2022: dove vedere il GP

Ecco quanto costa ricaricare un’auto elettrica