Cos’è e come funziona l’APE Social per i lavoratori di 63 anni

Pensionamento anticipato per alcune categorie di cittadini

chiudi

Caricamento Player...

Un tetto massimo di 1.500 Euro mensili destinati a specifiche categorie di lavoratori: cos’è e come funziona l’APe Social.

APe Social e APe Volontaria

APe sta per Anticipo Pensionistico. Si tratta di una misura riservata a cittadini che possano dimostrare di essere in possesso di alcuni requisiti e che abbiano compiuto 63 anni. L’anticipo pensionistico viene pagato per il periodo che intercorre tra il sessantatreesimo anno di età e il raggiungimento dell’età pensionistica.

L’APe può essere erogato dall’INPS (e in questo caso si parla di APe Social) oppure dagli istituti bancari (e si parla in questo caso di APe Volontaria). In ambedue i casi l’assegno erogato mensilmente agli aventi diritto non potrà superare il tetto massimo di 1.500 Euro mensili, quindi chi avrebbe diritto a una somma maggiore dovrà attendere il momento del pensionamento effettivo per percepire l’interezza della propria pensione.

Cos’è e come funziona l’APe Social

L’APe Social è l’anticipo pensionistico riservato a coloro che hanno versato all’INPS i propri contributi durante la propria vita lavorativa.

Tra le categorie dei lavoratori cui spetta l’APe Social ci sono minatori, operai edili e addetti alla manutenzione degli edifici, infermieri professionisti, ostetrici ospedalieri, netturbini. Si tratta in pratica di impieghi che espongono il lavoratore a stress gravosi (come lavoro su turni o fatica fisica) o al pericolo di infortuni.

Allo stesso tempo sono ammessi i lavoratori che presentino un’invalidità del 74% o che da più di 6 mesi si trovino ad assistere un parente prossimo affetto da invalidità grave.

Hanno inoltre diritto all’APe Social i lavoratori precoci, ovvero coloro che all’età di 19 anni lavoravano da almeno un anno.

I richiedenti l’APe non dovranno essere titolari di altri assegni pensionistici ed essere disoccupati privi di assegno per la disoccupazione da almeno 3 mesi.

Entro il 15 Luglio 2017 coloro che sono in possesso dei requisiti o lo saranno entro il finire dell’anno dovranno presentare domanda per l’Ape Social in via telematica o tramite i patronati. Chi invece soddisferà i requisiti previsti soltanto entro la fine del 2018 ha tempo per presentare la richiesta di APe Social fino alla fine del Marzo 2018. 
certificato_unicasim