Covid, gli effetti sul fegato e sul cuore. Due studi dimostrano gli effetti del virus che non attacca quindi solo i polmoni, come ormai noto.

Il Covid attacca anche il fegato e comporta problemi al cuore in pazienti con patologie preesistenti. È quanto emerge dagli ultimi studi sugli effetti del nuovo coronavirus.

Covid, i danni al fegato

I ricercatori dell’università di Yale e del Papa Giovanni XXIII di Bergamo hanno dimostrato che il coronavirus attacca in maniera anche considerevole anche il fegato.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Hepatology, dimostra come il nuovo coronavirus ha effetti non solo sui polmoni, ma anche sul fegato.

Secondo gli studiosi l’infezione porta ad una produzione non controllata della proteina interleuchina IL-6. La produzione non regolare può causare infiammazioni e possibili problemi legati alla coagulazione del sangue.

Si tratta di uno studio di grande importanza innanzi tutto perché è il primo al mondo in grado di dimostrare il legame tra il Covid e i problemi al fegato. Inoltre lo studio può essere ovviamente utile per calibrare una terapia efficace contro questo tipo di problemi.

Terapia intensiva coronavirus
Terapia intensiva coronavirus

I danni al cuore

Ma non solo il fegato. Gli esperti si interrogano anche sugli effetti del Covid sul cuore. Diversi studi hanno dimostrato che la metà dei pazienti ricoverati per il Covid e con un elevato livello di troponina hanno riportato danni al cuore anche ingenti come ad esempio infarto e ischemia. I problemi interessano una buona parte di pazienti con patologie preesistenti per quanto riguarda l’apparato cardiaco. E si tratta di soggetti fragili, quindi con precedenza nella vaccinazione, e che, suggeriscono i medici, devono essere seguiti per evitare complicanze.


Test salivare Covid, come funziona e chi deve farlo

Roma, striscione antisemita contro Mourinho