Il 21 febbraio 2020 iniziava l’incubo del Covid in Italia. I titoli dei principali quotidiani italiani in edicola il 22 febbraio 2020.

Il 21 febbraio del 2020 iniziava l’incubo del Covid in Italia. È passato un anno da quando la pandemia ha fatto irruzione nel nostro paese, nelle nostre vite, nei nostri rapporti umani e personali. A distanza di un anno si continua a morire e siamo ancora costretti a fare i conti con le restrizioni per evitare la diffusione del coronavirus. Certo, la scienza ha fatto passi in avanti inimmaginabili arrivando alla produzione e alla distribuzione dei primi vaccini. Ma il tempo e la ricerca non potranno mai cancellare quel 21 febbraio 2020.

Covid, un anno dall’inizio dell’emergenza in Italia: i titoli dei giornali del 22 febbraio 2020

È interessante andare a vedere i titoli dei giornali per capire in quali condizioni eravamo solo un anno fa, quando il Covid era un qualcosa di misterioso. Per fare il punto della situazione del 21 febbraio del 2020 dobbiamo andare a riprendere ovviamente i titoli delle prime pagine dei giornali in edicola il 22 febbraio, quindi il giorno dopo il primo decesso registrato in Italia.

IL VIRUS IN ITALIA: UN MORTO IN VENETO. È un uomo di 78 anni. In Lombardia 15 casi. Nei Comuni chiusi scuole, uffici, bar, stazioni. Conte: attenzione alta, titolava il Corriere della Sera in edicola il 22 febbraio.

VIRUS, IL NORD NELLA PAURA. In Veneto muore anziano contagiato: è la prima vittima in Italia, titolava invece la Repubblica.

Anche il Sole 24 Ore apriva la prima pagina con la notizia del Covid: VIRUS IN ITALIA. QUARANTENA PER 50MILA.

Di seguito tutte le prime pagine dei giornali del 22 febbraio 2020.

Coronavirus
Coronavirus

La notizia del giorno

Insomma, il coronavirus era senza ombra di dubbio la notizia del giorno. Tutti i giornali dedicavano spazio, forse ancora con poca cognizione di causa, ai primi contagi e soprattutto alla prima vittima del maledetto virus.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 21-02-2021


Coronavirus, Israele allenta le misure restrittive: oltre il 49% della popolazione ha avuto almeno una dose di vaccino

Papa Francesco: “Nelle tentazioni mai dialogare con il diavolo”