Covid, la commissione fa ancora paura: la sinistra pronta al boicottaggio
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Covid, la commissione fa ancora paura: la sinistra pronta al boicottaggio

Giuseppe Conte

Il dibattito acceso sulla commissione d’inchiesta Covid-19 in Italia: da un lato la proposta di boicottaggio della sinistra.

l panorama politico italiano si trova di fronte a un bivio critico con la proposta di una commissione d’inchiesta sul Covid-19. Questa iniziativa, inizialmente promessa dal centrodestra, ha ora visto la luce in Parlamento, ma non senza scatenare un vero e proprio terremoto tra le fila della sinistra. La reazione più eclatante è venuta da Dario Franceschini, esponente di spicco del Partito Democratico, che ha suggerito un boicottaggio della commissione, evidenziando una frattura profonda tra le varie anime dell’opposizione.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

La proposta di Franceschini: un fronte unito contro la commissione?

Franceschini, con una mossa che ha sorpreso molti, ha apertamente invitato alla diserzione, presentando la commissione come un potenziale “tribunale politico”. Queste parole hanno trovato eco in altri partiti come Azione e +Europa, che si sono espressi in termini simili, denunciando il rischio di trasformare un’indagine necessaria in un’arma politica. Tuttavia, questa posizione non è condivisa uniformemente: M5S e Verdi-Sinistra, pur condividendo le preoccupazioni, sembrano ancora indecisi su come procedere, lasciando intravedere la possibilità di una opposizione non completamente allineata.

Fratelli d’Italia incalza: la ricerca della verità

Dall’altra parte dello spettro politico, Fratelli d’Italia continua a spingere per la realizzazione della commissione, sottolineando l’importanza di fare luce su quanto accaduto durante l’emergenza sanitaria. Lucio Malan, esponente del partito, ribadisce che il “terrore della verità” non deve ostacolare la ricerca di chiarezza e responsabilità. La Costituzione, ricorda Malan, prevede espressamente la possibilità per il Parlamento di avviare inchieste su questioni di pubblico interesse, sottolineando così la legittimità dell’iniziativa.

Il dibattito sulla commissione Covid rivela dunque un conflitto profondo all’interno del panorama politico italiano, tra chi vede nell’inchiesta un’opportunità per fare chiarezza e chi teme che possa trasformarsi in uno strumento di lotta politica. Mentre le opposizioni cercano una strategia comune, il centrodestra insiste sulla necessità di procedere, evidenziando le divisioni e le preoccupazioni che attraversano il Paese.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2024 13:50

Nasce la commissione d’inchiesta su Emanuela Orlandi: svelati tutti i nomi dei politici

nl pixel