Quali sono i sintomi del Covid nei bambini, quando fare il tampone e quando tenerli a casa.

In questa fase dell’emergenza sanitaria si registra un aumento di casi di Covid e di ricoveri in ospedale tra i bambini anche tra zero e un anno. La situazione al momento non è considerata allarmante ma viene costantemente e attentamente monitorata dalle autorità sanitarie. Ovviamente i genitori nutrono una certa preoccupazione nonostante gli inviti – fondati – a non lasciarsi prendere dal panico. E così molti decidono di far fare un tampone ai figli di fronte al primo colpo di tosse o al primo raffreddore. Ma si tratta della scelta giusta? No, almeno non sempre. Facciamo il punto della situazione ricordando quali sono i sintomi del Covid tra i bambini e vedendo quando fare il tampone e quando invece possiamo evitare, ovviamente in piena sicurezza.

Coronavirus Covid
Coronavirus

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Covid nei bambini, quali sono i sintomi

Rintracciare i sintomi del Covid nei bambini non è assolutamente semplice. I piccoli sono spesso asintomatici o manifestano sintomi che a tutti gli effetti sono gli stessi di un semplice raffreddore o di una leggera influenza.

Ci sono alcuni sintomi comuni tra Covid e semplice influenza. Si tratta di:

disturbi gastrointestinali
mal di testa
congestione nasale
rinorrea
mal di gola.

In alcuni casi il Covid, a differenza di una semplice influenza, porta:

febbre alta
dolori muscolari o spossatezza
tosse secca insistente.

Come abbiamo imparato in questi mesi, i sintomi distintivi sono la perdita dell’olfatto e del gusto, che però erano sintomi distintivi della forma tradizionale del nuovo coronavirus. In alcune varianti del Covid la perdita del gusto e dell’olfatto non sono sintomi particolarmente frequenti.

Coronavirus
Coronavirus

Quando fare il tampone

In linea generale, in presenza di un solo sintomo non è necessario procedere con il tampone in quanto potrebbe trattarsi di un malanno di stagione.

In particolare, se il bambino manifesta i sintomi del raffreddore (naso chiuso e che cola e tosse) senza altri sintomi come ad esempio disturbi intestinali, molto probabilmente siamo di fronte ad un semplice raffreddore. Nel caso in cui il bambino manifestasse anche altri sintomi come ad esempio la febbre o i disturbi intestinali, allora potrebbe trattarsi di Covid.

È buona regola, di fronte ai primi sintomi, contattare il pediatra e decidere se fare il tampone o se limitarsi a non mandare il bambino a scuola.

coronavirus

ultimo aggiornamento: 28-09-2021


Telegram oscura la chat no vax “Basta Dittatura”: viola i Termini di Servizio

Truffa dei telefonini: in bolletta 9 centesimi per ogni pagina web visitata