I riflettori della Procura di Bolzano sono puntati sui Covid Party, sulle feste private organizzate in Alto Adige per contrarre il virus e ottenere il Green Pass senza vaccinarsi.

La Procura di Bolzano ha aperto un’inchiesta sui Covid Party in Alto Adige, le feste private organizzate per contrarre il virus e ottenere il Green Pass dopo la guarigione, evitando quindi la vaccinazione. Secondo le indiscrezioni emerse a mezzo stampa, avrebbero preso parte a queste feste anche dei bambini, evidentemente portati dai genitori.

Coronavirus Covid
Coronavirus Covid

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Covid Party in Alto Adige, indaga la Procura

Emersa la notizia, la Procura di Bolzano ha deciso di aprire un’inchiesta su queste feste provate organizzate alla presenza di uno o più soggetti positivi allo scopo di contrarre il virus, ammalarsi, guarire e quindi ottenere il Green Pass senza vaccinarsi.

Sembra, in base alle prime informazioni, che l’usanza sia particolarmente diffusa in un gruppo linguistico tedesco fortemente no vax.

Ovviamente il piano di contrarre il Covid e guarire con pochi problemi e ottenere il Green Pass è solo ideale e teorico. Si registrano infatti diversi ricoveri tra i partecipanti a queste feste. E almeno due persone sono state ricoverate in terapia intensiva.

Terapia intensiva coronavirus
Terapia intensiva coronavirus

I rischi per i partecipanti

Si tratta di una pratica pericolosa. A quasi due anni dall’inizio dell’emergenza sanitaria e nonostante gli sviluppi della campagna di vaccinazione, il Covid continua a mietere vittime. Soprattutto tra i non vaccinati, come evidenziato dall’Istituto Superiore di Sanità. Non è possibile sapere che tipo di sviluppi possa avere la malattia. Il Covid potrebbe essere superato senza problemi di rilievo come potrebbe portare alla morte. Inoltre gli studi hanno evidenziato che gli effetti a lungo termine del Covid possono interessare anche persone che non hanno sviluppato una forma grave della malattia.

Inoltre pratiche di questo tipo spingono verso l’alto la curva dei contagi, portando il territorio verso la zona Gialla.

Come se non bastasse, ci sono anche questioni legali non di poco conto. Alle feste prendono parte anche soggetti contagiati, che sono i grandi protagonisti di questi party, quelli incaricati di diffondere il virus. Ma come sappiamo, i soggetti positivi devono rimanere a casa in isolamento e non possono avere contatti con altre persone.

20 comuni in zona rossa

Questi Covid Party hanno parto 20 comuni in zona rossa. Quindi chiusura di bar e ristoranti alle 18 e coprifuoco alle 23. Si potrà andare a sciare solamente con il vaccino.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 22-11-2021


Incidente sul lavoro in Sardegna, morto un operaio

Covid, l’ultimo studio dell’Iss: “Contagi tra non vaccinati quattro volte più alti”