Coronavirus, le regole da rispettare per gli spostamenti in auto. Controlli capillari sulle strade e sulle autostrade in vista del fine settimana dell’esodo.

In vista del fine settimana del 18-20 dicembre, l’ultimo buono per gli spostamenti tra le Regioni e probabilmente l’ultimo buono anche per lo shopping, il Viminale stringe le maglie dei controlli nelle stazioni, negli aeroporti, sulle strade e sulle autostrade. La consapevolezza è questi tre giorni dovrebbero essere quelli del grande esodo prima della chiusura dell’Italia, destinata a diventare zona Rossa. Per evitare di farsi trovati impreparati e soprattutto per evitare di prendere multe salate, ricordiamo quelle che sono le regole per gli spostamenti in auto alla luce delle indicazioni contro la diffusione del Covid.

Carabinieri
Carabinieri

Covid, le regole per gli spostamenti in auto

Iniziamo dal caso base. Se a spostarsi è un nucleo familiare convivente sostanzialmente non ci sono restrizioni almeno per quanto riguarda il comportamento da tenere in auto. Quindi genitori e figli che convivono possono spostarsi senza eccessive preoccupazioni, così come le coppie conviventi.

La faccenda si complica nel caso in cui nella stessa auto ci siano persone non conviventi. Padre e figlio non conviventi, amici, colleghi e così via. In questo caso le regole ci sono e sono stringenti.

Per le persone non conviventi, possono salire in macchina due persone, una per ogni fila di sedili. Tutte le persone che si trovano in auto hanno l’obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata del viaggio.

Per maggiore precisione riportiamo la nota nota presente sul sito del governo alla sezione FAQ.

Mascherina in auto
Mascherina in auto

Posso usare l’automobile con persone non conviventi?

“Sì, purché siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. L’obbligo di indossare la mascherina può essere derogato nella sola ipotesi in cui la vettura risulti dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina, essendo in tale caso ammessa la presenza del solo guidatore nella fila anteriore e di un solo passeggero per la fila posteriore.”

I controlli sulle strade e le autostrade

Si stima che tra il 18 e il 20 dicembre possano mettersi in viaggio quasi 700.000 persone, pronte a raggiungere la propria destinazione prima del blocco totale del Paese, che si appresta a vivere un Natale all’insegna del lockdown.

I controlli saranno capillari, con posti di blocco sulle strade e sulle autostrade, all’altezza degli autogrill.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 19-12-2020


Coronavirus, Rt a 0.86: il monitoraggio dell’Iss

Quante persone si possono invitare a casa a Natale