I risultati dello studio pubblicato su Nature: allarme Covid, individuati nei pipistrelli tre virus simili al Sars-Cov-2.

Arriva dai pipistrelli il nuovo allarme sanitario: in questi animi sono stati scoperti tre virus simili al Sars-Cov-2, ossia il Covid.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Covid, individuati nei pipistrelli tre virus simili al Sars-Cov-2

La scoperta si deve ad uno studio condotto dall’Institut Pasteur di Parigi, dall’Università nazionale del Laos e dall’Institut Pasteur del Laos. Lo studio in questione è stato poi pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature.

La scoperta dei tre virus avvalora la teoria che Sars-CoV-2 possa provenire da pipistrelli che vivono negli altipiani carsici della penisola indocinese, che si estende attraverso Laos, Vietnam e Cina“, ha dichiarato uno degli esperti che ha preso parte allo studio.

Lo studio sembra confermare l’ipotesi secondo cui il Sars-Cov-2 sia una sorta di evoluzione di un virus dei pipistrelli ma non fornisce una spiegazione su come il virus abbia fatto il salto di specie. E questo continua a rappresentare uno dei più grandi misteri della pandemia.

“Questa scoperta non risponde ancora a tutte le domande aperte, ma rafforza ulteriormente l’ipotesi dell’origine naturale di Sars-CoV-2. Tuttavia allo stesso tempo ci conferma che molti altri virus sono già pronti a fare il salto di specie e infettarci. Bisogna quindi non solo monitorare l’evoluzione dei coronavirus da vicino per evitare di essere colti impreparati, ma anche effettuare quei cambiamenti strutturali nella nostra sanità che ci avrebbero consentito una gestione migliore dell’emergenza. Dobbiamo imparare la lezione“, è l’analisi della Professoressa Antonella Viola.

Coronavirus Covid
Coronavirus Covid

Cosa significa

Cosa dice concretamente lo studio? Di fatto la ricerca ha portato alla scoperta di virus che potenzialmente potrebbero infettare l’uomo. Questi virus circolano nei pipistrelli che si trovano nel Sudest asiatico. Ma questo non significa che non possano diffondersi.

Da qui a dire che da uno di questi virus possa iniziare una nuova pandemia ovviamente ce ne passa, anche perché non siamo in grado di fornire informazioni dettagliate. La memoria immunitaria del nostro organismo potrebbe ad esempio contrastare il nuovo virus rendendoci di fatto immuni. Ma si tratta di informazioni che concretamente non abbiamo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 20-02-2022


Covid, arriva il calendario delle riaperture

È morto Marino Golinelli, imprenditore e filantropo