Covid, nuovi interrogativi sull’inizio della pandemia: tre virologi di Wuhan malati nell’autunno del 2019, ancora dubbi sul laboratorio.

Il laboratorio di Wuhan torna sotto la luce dei riflettori dopo la notizia di tre virologi che avrebbero contratto il Covid già nell’autunno del 2019. A portare alla luce il caso delle tre infezioni che sarebbero riconducibili al nuovo coronavirus è l’intelligence americana, che continua a lavorare per fare luce sulle origini della pandemia.

Trump ha sempre attaccato la Cina accusandola di essere responsabile di tutto, Biden ha ammorbidito la sua posizione ma ritiene che le risposte dell’Oms non siano propriamente soddisfacenti. Ci sono ancora troppe zone d’ombra.

E la posizione in realtà è condivisa anche da molti scienziati. Alcuni hanno invitato l’Organizzazione Mondiale della Sanità a riprendere le indagini per sciogliere alcuni nodi irrisolti e che potrebbero fare chiarezza sull’inizio del dramma. E gli interrogativi portano sempre a Wuhan, primo epicentro della pandemia. Per essere ancora più precisi, secondo diversi scienziati la risposta ad alcune domande potrebbe trovarsi nel laboratorio di Wuhan.

Coronavirus
Coronavirus

Covid, a Wuhan tre virologi malati nell’autunno 2019

Il Wall Street Journal riporta alcune delle informazioni contenute in un dossier dell’intelligence degli Stati Uniti. Nel dossier dei servizi segreti sono segnalati tre casi. Tre virologi che si sono ammalati nell’autunno del 2019. Il problema è quello dei sintomi. I sintomi dei tre infatti sarebbero riconducibili al Covid-19 ma anche alla semplice influenza stagionale.

Il primo caso di Covid è stato segnalato in via ufficiale nel dicembre 2019. L’8 dicembre per la precisione. Ed è quindi certo che il virus circolasse prima di quella data. Questo è un particolare che lascia supporre che in effetti già nell’autunno del 2019 potessero circolare i primi casi di Covid.

Laboratorio Coronavirus
Laboratorio Coronavirus

Le indagini sulle origini della pandemia

L’Organizzazione Mondiale della Sanità resta scettica sull’ipotesi della fuga del virus dal laboratorio e ritiene probabile che la diffusione del virus sia iniziata dopo la trasmissione dal pipistrello all’uomo. La domanda è: come è passato esattamente il virus dal pipistrello all’uomo? Da qui la richiesta di 18 scienziati di tornare ad indagare sulle origini delal trasmissione e su quel laboratorio di Wuhan che resta sotto le luci dei riflettori.


Funivia Mottarone, le cause del drammatico incidente. Il cavo, il freno che non ha funzionato: cosa è successo

Congo, eruzione del vulcano Nyiragongo: migliaia di persone in fuga. Ordinata l’evacuazione della città di Goma. 170 bambini dispersi