Un punto di ripristino di Windows 10 è un modo molto semplice per sistemare i malfunzionamenti del sistema operativo. Ecco come usarlo.

Uno dei modi più efficaci per risolvere problemi su Windows 10 è utilizzare le funzionalità per il ripristino di sistema. Questo strumento permette al computer di tornare letteralmente indietro nel tempo, prima di cambiamenti dannosi per il dispositivo stesso. Per poterlo usare però dobbiamo aver creato un punto di ripristino preventivamente.

In pratica il sistema operativo deve appoggiarsi su una riproduzione delle condizioni del computer. Questa riproduzione è praticamente un backup delle impostazioni e dei file vitali del PC.

Prima di tutto abilitiamo la protezione del sistema su Windows

L’attivazione di questa funzione passa per una finestra chiamata protezione sistema. Per richiamare questa finestra possiamo aprire pannello di controllo, sistema e poi selezionare protezione sistema. Altrimenti premiamo il pulsante windows per aprire il menu start, digitiamo creare un punto di ripristino e selezioniamo l’opzione.

Per poter attivare questa funzione di sistema bisogna attivare l’apposita funzione: facciamo clic sull’hard disk che contiene il sistema operativo (nel nostro caso il drive C) e facciamo clic su configura.

Dalla finestra che si sarà appena aperta, sotto la voce impostazioni di ripristino e facciamo clic su attiva protezione di sistema.

Windows assegna in maniera automatica una cifra che va dal 3 al 10% dello spazio del nostro disco rigido alle funzioni di protezione del sistema. Possiamo regolare questo valore spostando il cursore utilizzo massimo. Assicuriamoci di assegnare almeno 1GB di spazio su disco perché altrimenti non sarà sufficiente.

configurazione punto di ripristino

Il nostro consiglio è quello di effettuare questa operazione lasciando lo spazio di default raccomandato da Windows: lo spazio allocato in maniera predefinita dovrebbe essere sufficiente per ospitare molti punti di ripristino. Più ne abbiamo e maggiori sono le possibilità di recuperare file, impostazioni e altre configurazioni se il nostro computer dovesse mai avere un problema.

Abilitata la protezione di sistema ora possiamo creare in maniera anche manuale i punti di ripristino.

Come creare un punto di ripristino in Windows 10

Attivata la protezione di sistema torniamo indietro di una finestra. Qui noteremo che la voce crea, posizionata al di sotto di configura, ora sarà utilizzabile.

Facciamo click e digitiamo una descrizione del nostro punto di ripristino (per esempio con data, ora e configurazione per darci un idea di quando abbiamo realizzato l’operazione).

crea punto di ripristino

Windows creerà questa “immagine” del sistema e visualizzerà un messaggio di successo al termine. Il processo di creazione può richiedere diversi minuti di tempo, il tutto a seconda delle dimensioni dei file che dobbiamo salvare.

Come utilizzare il punto di ripristino per un ripristino di sistema.

Per realizzare un ripristino di sistema apriamo di nuovo Protezione sistema con i percorsi sopra descritti e facciamo clic su ripristino configurazione di sistema.

utilizzo ripristino configurazioni-di-sistema

Dalla finestra che si sarà appena aperta facciamo clic su avanti fino a trovare la lista dei punti disponibili. Selezioniamo il punto di ripristino che vogliamo utilizzare (scegliendo fra sistema e manuale, in base al come questo punto è stato creato) e diamo inizio alla procedura.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/vectors/sistema-operativo-windows-os-1995434/


I migliori software di controllo genitori per Windows 10

Come esportare le password di Microsoft Edge e come cancellarle