Il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, ha parlato della crisi di Governo, confermando la sua fiducia verso Draghi.

Mario Draghi ed Enrico Letta hanno avuto un lungo faccia a faccia nella mattinata odierna. Non si sa molto del contenuto dell’incontro, ma si può facilmente intuire che si è parlato molto della crisi di Governo che sta attualmente dominando il dibattito pubblico italiano. Il leader del Pd ha fatto calare il silenzio, in quanto “non è il momento dei boatos”. Scopriamo cos’ha detto il segretario del partito.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole degli esponenti del Pd

“Noi continuiamo a lavorare da 5 giorni a questa parte con la stessa intenzione, garantire che questo governo possa andare avanti. Lavoriamo per questo e continuiamo anche nelle prossime ore”, come ha affermato la presidente dei senatori del Partito democratico Simona Malpezzi ad Agorà, durante l’incontro di Letta con Draghi.

Enrico Letta
Enrico Letta

Nel frattempo, sempre nel Pd, si sottolinea il grande successo della petizione portata avanti dai sindaci per chiedere a Mario Draghi di restare al potere: “Siamo ormai vicini alle 2000 firme”, ha commentato il sindaco di Firenze Dario Nardella. Per dimostrare la posizione chiara del partito rispetto alla crisi, Letta parlerà stasera pubblicamente alla riunione dei gruppi parlamentari democratici. Prima della riunione, il segretario dem parlerà anche alla festa dell’Unità che si terrà alle 20:00 nella Capitale.

“Per noi l’obiettivo è non andare a elezioni in questo momento, lo dicono gli italiani, i sindaci, tutti quelli che hanno a cuore la situazione dell’Italia di fronte a un autunno che si preannuncia difficile”, ha affermato sempre Malpezzi. Nel frattempo, Letta ha riunito il coordinamento politico del Partito democratico al Nazareno, al fine di fare il punto della situazione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-07-2022


La Lega è sicura: “Non si può proseguire con gli inaffidabili 5 Stelle”

Il politologo Valbruzzi boccia Conte: “Consegna l’Italia al centrodestra”