Danneggiata una statua di Canova per un selfie: la ricostruzione

Danneggiata una statua di Canova per un selfie (VIDEO). Identificato il turista

Danneggiata una statua di Canova per un selfie. La denuncia di Vittorio Sgarbi.

CANOVA DI POSSAGNO (TREVISO) – Danneggiata una statua di Canova per un selfie. La denuncia è stata fatta da Vittorio Sgarbi che ha precisato come un turista per un selfie si è seduto sulla Paolina Borghese spezzandole le dita del piede.

Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso l’autore rintracciato qualche giorno dopo. Sono in corso tutte le verifiche del caso per cercare di ricostruire meglio quanto accaduto.

La denuncia di Vittorio Sgarbi

La denuncia è stata fatta proprio da Vittorio Sgarbi, presidente della Fondazione Antonio Canova con un lungo post sui social: “Un turista austriaco si è seduto sulla scultura Paolina Bonaparte provocando la rottura di due dita del piede, allontanandosi poi frettolosamente dal Museo, senza denunciare il fatto. Pochi minuti dopo i nostri Guardia sala hanno rilevato il danno dandone subito l’allarme. Subito è stata dichiarata la situazione di emergenza. Dopo aver denunciato tutto, abbiamo lavorato con la Soprintendenza e il Restauratore per mettere l’opera e i frammenti rinvenuti in sicurezza […]. Ribadiamo che il nostro patrimonio deve essere tutelato. Adottare un comportamento responsabile all’interno del Museo rispettando le opere non è solo un dovere civico, ma un segno di rispetto per ciò che testimonia la nostra storia e la nostra cultura e che va tramandato con orgoglio alle generazioni future“.

Auto polizia
Auto polizia

Indagini in corso

Sono in corso le indagini per cercare di ricostruire meglio la dinamica di quanto accaduto. Il turista è stato rintracciato qualche giorno dopo e denunciato grazie ad una lettera inviata dallo stesso uomo.

E’ stato un comportamento irresponsabile da parte mia – si legge nella missiva riportata dall’Adnkronos le conseguenze non erano note […]. Mi scuso in tutti i modi […]“. Il turista si è detto disponibile a pagare tutti i danni causati dal suo gesto.

ultimo aggiornamento: 05-08-2020

X