Germania, l'economia rallenta: nel 2019 il Pil è cresciuto del +0,6%

Germania, l’economia rallenta

I dati dell’economia della Germania del 2019 confermano una brusca frenata. Il Pil è cresciuto del +0,6%, percentuale più bassa rispetto al 2018.

BERLINO (GERMANIA) – Brusca frenata dell’economia della Germania del 2019. Il Pil tedesco, secondo quanto riferito da Destatis, è cresciuto solo dello 0,6%. Dati in netto calo rispetto agli anni precedenti quando aveva segnato anche 1,5% (2018) e 2,5 (2017).

Inoltre lo Stato ha segnato anche un surplus di bilancio di 49,8 miliardi di euro pari all’1,5% mentre nel 2018 era stato di 62,4 miliardi all’1,9%. Numeri che confermano un momento non semplice dell’economia tedesca anche se la speranza in Germania resta quella di una crescita importante nel 2020 per provare a mettere alle spalle questa crisi.

Primi segnali positivi sul finire del 2019

I primi segnali positivi dell’economia sono arrivati sul finire del 2019. Gli ultimi dati hanno confermato una crescita della produzione industriale che potrebbe spingere i numeri a cambiare. C’è molta curiosità di sapere le cifre del nuovo anno anche se non sarà semplice mettere immediatamente alle spalle questo momento difficile.

I dati del 2019 hanno confermato un periodo non facile. La crescita dello 0,6% è la più bassa rispetto agli ultimi sei anni con le previsioni che non sono state rispettate. Si attende una svolta per provare ad uscire definitivamente dalla crisi che nell’anno appena trascorso ha colpito l’intero Paese.

Soldi
fonte foto https://pixabay.com/photos/euro-money-bank-note-checkout-1306189/

L’Italia guarda con attenzione la Germania

La situazione della Germania viene vista con attenzione dall’Italia. La nazione tedesca, infatti, può essere la locomotiva giusta per quanto riguarda la produzione industriale. Gli ultimi dati sono positivi per Berlino mentre Roma continua a soffrire.

Secondo le agenzie di rating l’Eurozona anche nel 2020 si continuerà in una situazione molto complicata con una crescita che, se ci sarà, sarà minima. Previsioni che l’Ue spera di smentire sia con le riforme che con l’aiuto dei singoli governi, chiamati a dare una svolta al proprio Paese.

fonte foto copertina https://pixabay.com/photos/euro-money-bank-note-checkout-1306189/

ultimo aggiornamento: 16-01-2020

X