I dati Inail sugli infortuni sul lavoro hanno confermato un incremento rispetto al 2020.

ROMA – I dati Inail sugli infortuni di lavoro hanno confermato un incremento nei primi cinque mesi dell’anno rispetto al 2020. Si tratta di numeri fortemente condizionati dalla pandemia ma anche dal lockdown. Nell’anno del Covid, infatti, le chiusure hanno portato ad un calo delle morti bianche.

Come riportato dall’Adnkronos, il confronto ha evidenziato un aumento sia degli infortuni in occasione di lavoro (+5,2%) e sia di quelli in itinere (+10%). Numeri, come detto, fortemente condizionati dal lockdown e dalle chiusure decise per evitare la ripresa dei contagi nella prima oondata.

In calo i casi da Covid-19

Sono in netto calo i casi di contagio da Covid-19. I dati dell’Inail, però, hanno evidenziato una crescita del dato complessivo (+14,4% contro il 5,7% al loro dei contagi). In particolare, le denunce di infortuni avvenuti sul luogo di lavoro hanno registrato un incremento del 15%.

Per quanto riguarda i decessi, invece, il bilancio dei primi cinque mesi è di 434, due in più rispetto allo stesso periodo del 2020. Il trend delle malattie, invece, ha fatto registrare quasi 24mila denunce, con un aumento rispetto al 2020 (+34,4%) e un calo (-12,6%) in confronto al 2019. Si tratta di numeri sicuramente positivi soprattutto se si guarda al periodo pre-Covid.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Il confronto con il Governo

Infortuni sul lavoro che spingono i sindacati a chiedere un confronto con il Governo per mettere fine a queste tragedie. I numeri sono in crescita e le parti sociali da tempo hanno ribadito a Palazzo Chigi la necessità di mettere delle pene severe nei confronti degli imprenditori che non rispettano le regole.

Un dialogo che, almeno fino a questo momento, non ha trovato una soluzione. Il confronto molto probabilmente continuerà nelle prossime settimane, con il tentativo di arrivare ad un accordo in breve tempo. Un cambio di passo fondamentale per evitare altre morti sul lavoro.


G20 Ambiente a Napoli, trovato l’accordo sul clima

Borse 23 luglio, Milano chiude la settimana in positivo