I dati Istat sul Pil italiano: -4,7%. L’Istituto di statistica precisa: “Mai avuto un calo così forte”.

MILANO – L’impatto del coronavirus sull’economia è negativo. I dati Istat sul Pil italiano confermano una contrazione della crescita nel primo trimestre a livelli mai registrati dal 1995.

L’Istituto di statistica ha parlato di una crescita pari a -4,9%indotta dagli effetti economici dell’emergenza sanitaria e delle misure di contenimento“. Numeri che rischiano peggiorare nel secondo trimestre vista la proroga del lockdown nel nostro Paese.

Borse europee negative

E’ stata un giovedì 30 aprile 2020 chiave per l’economia europea anche se i risultati non sono quelli sperati. Il consiglio direttivo della Bce non ha avuto effetti positivi sulla Borsa con i mercati che hanno chiuso in negativo, confermando il timore dell’emergenza economica globale. La peggiore è stata Londra (-3,43%) mentre Francoforte (-2,25%) e Parigi (-2,12%) non sono riusciti a fare meglio di Milano che ha registrato un regresso di -2,09%. Per Piazza Affari si è trattato di un mese di aprile molto altalenante anche se alla fine le sedute positive sono state maggiori di quelle negative. Ora un weekend di riposo prima di riprendere lunedì 4 maggio con la ‘fase 2’ che potrebbe avere effetti importanti sulla Borsa.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti bisogna registrare un andamento molto altalenante. Dow Jones è riuscito a registrare un +1,09% mentre cede 0,17% il Nasdaq. Seduta positiva, invece, in Giappone con Tokyo che ha chiuso gli scambi a +2,14%.

Wall Street
Wall Street

Spread in rialzo

Le parole arrivate da Francoforte non sono piaciute allo spread che ha registrato una piccola risalita chiudendo in area 240 punti base con il rendimento decennale a +1,81%.

Continua, invece, la ripresa del petrolio. Il Wti con scadenza a giugno ha registrato un progresso del +16% chiudendo la seduta sopra i 17 dollari al barile. Sessione positiva anche per il Brent con un +12% a quota 25 dollari al barile.

Scarica QUI il testo del Decreto Cura Italia per conoscere le norme a sostegno delle famiglie e delle imprese.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno


Coronavirus, si ipotizza una app anche per il trasporto pubblico

Crisi del trasporto aereo, Ryanair prevede 3.000 esuberi