Decreto Sicurezza bis, Conte rimanda (ancora) il Consiglio dei ministri e Salvini sale al Colle

Niente Consiglio dei ministri sul Decreto Sicurezza bis. Le divergenze tra M5s e Lega non si sono risolte e Salvini riflette sul futuro dell’alleanza.

ROMA – La fumata nera al Consiglio dei ministri dedicato al Decreto Sicurezza bis sembra aver aperto una frattura all’interno della maggioranza ancora non sanata. Lega e M5s al termine del primo incontro di lunedì scorso (20 maggio 2019 n.d.r.) si erano dati appuntamento a mercoledì o giovedì per discutere ancora del provvedimento ma al momento sembra essere tutto rinviato a settimana prossima. “Ho sentito i due vicepremier – sottolinea Conte e convenuto che è complicato tenere un Cdm entro venerdì lo abbiamo rinviato alla settimana prossima nel primo giorno utile“.

L’incontro del premier Conte con il presidente Mattarella non ha portato a risolvere le criticità espresse dal Quirinale sul Decreto Sicurezza bis. Per questo il leader italiano ha preferito non convocare un Consiglio dei ministri, facendo irritare e non poco Matteo Salvini. Il vicepremier, infatti, si era detto pronto ad approvare il suo provvedimento entro la giornata di mercoledì ma tutto dovrebbe essere rinviato alla prossima settimana se non ci sono sorprese dell’ultima ora.

Conte Giuseppe
Giuseppe Conte (fonte foto https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/)

Decreto Sicurezza bis, quanto ci sarà il Consiglio dei ministri?

I prossimi giorni potrebbero essere decisivi sul futuro del Governo. Il Decreto Sicurezza bis continua a tenere banco con il premier Conte che dovrebbe convocare a breve un Consiglio dei ministri per l’approvazione del provvedimento.

Il premier Salvini si aspettava un via libera entro mercoledì ma la questione dovrebbe essere spostata dopo le elezioni Europee. Difficile una convocazione d’urgenza tra giovedì e venerdì visto che al momento i vicepremier sono impegnati nelle rispettive campagne elettorali in vista del 26 maggio. Possibile, quindi, la prossima settimana il nuovo Consiglio dei ministri che potrebbe decidere il futuro di questa maggioranza. Lega e M5s sono sempre più ai ferri corti con l’alleanza che sembra davvero scricchiolare. Il destino di questa legislazione si saprà a breve con Salvini e Di Maio pronti a prendere una decisione definitiva.

ultimo aggiornamento: 23-05-2019

X