Si riapre il dialogo tra M5s e PD. A far ripartire la trattativa una nota di Palazzo Chigi: “Non è mai stata avanzata la richiesta del Viminale per Di Maio”.

ROMA – Si riapre il dialogo tra M5s e PD. La trattativa è ufficialmente ripartita dopo una nota di Palazzo Chigi sulla presunta richiesta del Viminale per Di Maio: “Non è mai stata fatta questa proposta“. Una mossa che ha fatto riprendere i contatti tra i due partiti e presto ci potrebbero essere importanti novità.

Riparte il dialogo tra M5s e PD

La riapertura del dialogo tra M5s e PD è stata confermata da entrambi i partiti. Le parti – come riferisce una nota del MoVimento – in queste ultime ore si stanno concentrando più sui contenuti che sui nomi. Per questo è stato organizzato un vertice alla Camera dopo quello annullato in mattinata quando la tensione era molto alta.

Non mi risulta che la trattativa sia saltata – aveva affermato D’Uva in mattinata – si va avanti. Che Conte non sia il punto è un grandissimo passo avanti, un’ottima notizia“.

Luigi Di Maio
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/LuigiDiMaio

La cabina di regia del PD si riunisce

Importanti novità ci potrebbero essere fra qualche ora. Il PD, infatti, ha deciso di anticipare la cabina di regina alle 16. Un incontro che serve a stabilire la linea da tenere in questo dialogo e soprattutto se dire sì alla richiesta di un Conte-bis. Si attende una nota da parte del Partito Democratico che potrebbe sbloccare definitivamente la trattativa.

Possibile in serata un nuovo incontro tra le parti per cercare di mettere nero su bianco un programma da presentare domani al presidente Mattarella. Le ore scorrono velocemente e i due partiti devono assolutamente trovare un accordo per evitare il ritorno alle urne. La decisione finale spetterà al presidente della Repubblica che sarà comunicata al termine delle consultazioni.

fonte foto copertina https://twitter.com/MediasetTgcom24

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza m5s pd politica

ultimo aggiornamento: 27-08-2019


L’accusa del Pd, “Di Maio vuole il Viminale”. Volano gli stracci tra i presunti alleati

Alleanza M5s-PD, la possibile squadra di Governo e i nodi da sciogliere