Il ministro Bianchi dopo la prima cabina di regia sul Recovery Plan: “Bandi per 5 miliardi di euro. Punto per la ripartenza”.

ROMA – Il ministro Bianchi in conferenza stampa ha fatto il punto dopo la prima cabina di regia sul Recovery Plan. “Entro novembre siamo pronti a bandi per 5 miliardi – ha detto il titolare del Miur riportato dall’Ansaun punto fondamentale per sostenere la ripartenza del Paese […]. Si tratta di 3 miliardi per asili e scuole d’infanzia, 400 milioni per le mense, 300 per le palestre, 800 milioni per le scuole nuove e 500 per la ristrutturazione degli istituti“.

Si tratta di un primo passo per cercare di ritornare il prima possibile alla normalità anche in classe e soprattutto rendere più sicure le classi.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Possibile quarantena per i contatti stretti del positivo a scuola

In attesa dei nuovi bandi, la scuola è al centro del dibattito nella maggioranza sulla quarantena per i contatti stretti del positivo a scuola. “Dobbiamo assolutamente rivedere la questione legata all’isolamento – ha detto il sottosegretario Costa ai microfoni di Radio Anch’Io l’orientamento dell’esecutivo è quello di non far scattare la quarantena per tutta la classe di fronte a un caso positivo ma solo per gli studenti che sono stati a più stretto contatto con il ragazzo risultato positivo“.

Scuola
Scuola

Si attende il Cts

Sulla scuola il Governo sta attendendo il Cts. Il Comitato tecnico-scientifico si è preso qualche giorno in più per decidere e valutare con attenzione gli effetti delle riaperture. La situazione continua ad essere sotto controllo e per questo motivo gli esperti si pronunceranno in tempi brevi.

L’ipotesi più probabile è sicuramente quella di estendere la quarantena solamente ai contatti stretti, mentre gli altri potranno tornare in classe senza problemi. Resta da capire i giorni di isolamento da parte delle persone positive.

ultimo aggiornamento: 07-10-2021


Germania, Armin Laschet pronto a lasciare la leadership la Cdu

Dal 15 ottobre Green Pass obbligatorio per i lavoratori pubblici e privati: tutte le regole. Chi deve averlo, chi controlla e le sanzioni previste