Manovra, Di Maio ripubblica la lista delle cose fatte. Salvini: “Da sette”

Il giorno dopo l’approvazione della manovra al Senato i due vicepremier commentano attraverso i social la legge di bilancio. E il PD annuncia una manifestazione.

ROMA – È tempo dei primi bilanci per il Governo. L’approvazione della manovra al Senato è il penultimo atto di questo 2018 visto che la legge di bilancio è attesa settimana prossima alla Camera. Attraverso il proprio profilo Facebook Matteo Salvini si dà un “sette perché siamo solo all’inizio“.

E poi si toglie un po’ di sassolini dalle scarpe: “Le parole di Mario Monti sul fatto che la nostra manovra è stata dall’Europa sono molto divertente. La mancata svolta sovranista secondo la Meloni? Abbiamo trattato e ottenuto dall’UE di spendere i soldi degli italiani per gli italiani. Gli ultimi governi non hanno neanche trattato“. E sul PD dice: “Siamo stati in Aula fino alle 3 di notte e sentire dare lezioni di buona economia da chi ha portato l’Italia al disastro fa sorridere“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Anche Luigi Di Maio dedica ai social la sua reazione con una nuova lista di cose vere e non vere sulla manovra: “Stanno girando – scrive – troppe ‘balle’ di Natale sulla legge di bilancio. Così ho fatto questo test. In questi giorni potrete utilizzarlo anche voi sottoponendo a parenti e familiari questi semplici quesiti“.

Di seguito il tweet di Luigi Di Maio

Stanno girando un po' troppe "balle" di Natale sulla manovra del popolo. Così ho fatto questo test. In questi giorni…

Pubblicato da Luigi Di Maio su Domenica 23 dicembre 2018

Manovra, il PD annuncia una protesta. E le associazioni sanitarie criticano

La manovra continua ad essere criticata da opposizioni e associazioni. L’emendamento introdotto dal M5s sulla possibilità di esercitare la professione sanitaria anche senza titoli ma solo con un’esperienza negli ultimi dieci anni di 36 mesi ha scatenato la reazione di diverse Federazioni che sono molto preoccupate da questa riforma.

Anche il Partito Democratico si è opposto fermamente alla legge di bilancio. La sinistra dovrebbe essere in piazza sia sabato 29 dicembre 2018, il giorno dell’approvazione definitiva della manovra, che il 12 gennaio 2019 per una doppia protesta.

ultimo aggiornamento: 24-12-2018

X