Caso Diciotti, c’è la richiesta di risarcimento da parte di quarantuno migranti che si trovavano a bordo della nave.

Continua a far discutere il caso Diciotti, questa volta per la notizia di quarantuno migranti che hanno chiesto un risarcimento per essere stati trattenuti sulla nave.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Diciotti, quarantuno migranti chiedono risarcimento danni a Giuseppe Conte e Matteo Salvini

Quarantuno migranti, stando a quanto riferito da fonti del Viminale, avrebbero fatto ricorso d’urgenza, presentato da un legale, chiedendo un risarcimento danni.

Giuseppe Conte
fonte foto https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/

La richiesta presentata da un legale presso il tribunale civile di Roma

La motivazione addotta è legata ai danni legati alla privazione della libertà personale. La richiesta è stata presentata da un legale al tribunale civile di Roma. Tra i quarantuno che avrebbe richiesto il risarcimento ci sarebbe anche un minorenne che si trovava a bordo della nave Diciotti insieme con i suoi genitori.

Le persone in questione avrebbero poi trovato rifugio, stando a quanto si apprende, al centro Baobab Experience.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

La richiesta di risarcimento a Matteo Salvini e a Giuseppe Conte

Stando a quanto emerso fino a questo momento, i migranti avrebbero chiesto al premier Giuseppe Conte e al vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini una cifra compresa tra i 41 e i 71 mila euro.

Il caso sarà analizzato dai giudici del Tribunale Civile di Roma. I giudici a valutare la validità della richiesta avanzata a nome dei quarantuno migranti che si trovavano a bordo della nave Diciotti.

Il sospetto è che il caso possa presto abbandonare le aule del tribunale trasformandosi in un caso politico destinato a riaccendere il caso Diciotti. Il caso si è aperto dopo il voto della Giunta che ha votato per negare l’autorizzazione a procedere ai danni di Salvini.

Salvini: Al massimo un Bacio Perugina

Immediata la risposta di Matteo Salvini. “Permettetemi di rispondere con una grassa risata, tutti nati il primo gennaio, tutti scomparsi, non prendessero in giro gli italiani, la pacchia è finita, i barconi non arrivano più, al massimo gli mandiamo un Bacio Perugina“.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 22-02-2019


Terremoto Pd, Richetti: “Martina può andare a ca…”. Poi le scuse

Scuola, manifestazione degli studenti contro la Maturità e la regionalizzazione