Le auto iconiche di Diego Armando Maradona: dalla FIAT 128 alla passione per le Ferrari passando per la Peugeot.

Chi conosceva bene Diego Armando Maradona lo conosceva anche come un grande appassionato di auto. E in effetti nel corso della sua carriera e della sua vita ha guidato macchine diventate iconiche e ha fatto salire il valore economico di quasi tutti i modelli che sceglieva. Il potere del Dio del Calcio.

Diego Armando Maradona
Diego Armando Maradona

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Le auto di Diego Armando Maradona

Una delle prime macchine di Diego Armando Maradona – la leggenda narra che fosse proprio la prima – è stata una Fiat 128. Non era raro vederlo sfrecciare a bordo della sua macchina, che assunse un valore incredibile quando il Pibe de Oro la lasciò per cambiare. Non aumentò il valore del modello, ma solo quello della macchina di Diego, diventata un cimelio da custodire e conservare gelosamente come un pezzo di Storia.

Essa venne ritrovata nel 2003 da Martìn Varrone, il padre di Nicolas, pilota di Formula 3, appunto in un pollaio e decise di acquistarla quando ricevette una soffiata anonima del fatto che fosse realmente la prima auto acquistata dal campione argentino. Verificò questa informazione andando alla motorizzazione di Buenos Aires con il libretto di circolazione. Quando la comprò versava in pessime condizioni, ma decise di restaurarla. Oggi è splendente e ha un grande valore economico.

Nel 1979, non ancora ventenne, Maradona acquistò una Porsche 924, primo salto di qualità in campo e fuori.

La passione per le Ferrari e la cabrio della Peugeot

Come anticipato, la passione per le auto è in qualche modo condizionata anche dalla carriera da calciatore. Con la consacrazione al Barcellona e al Napoli, Maradona gode di ingenti somme di denaro, così decide di fare il salto di qualità anche per quanto riguarda le sue macchine. Arriviamo al 1987 all’acquisto di una Ferrari Testarossa di colore nero. Perché il colore è importante? Perché la dice lunga su Diego Armando Maradona. Il colore nero era una sorta di strappo alla regola alla luce del fatto che da Maranello uscivano quasi tutte di colore rosso.

All’inizio degli anni Novanta Maradona, che evidentemente si era trovato bene in casa Ferrari, acquistò una F40, questa volta rigorosamente di colore rosso.

Di seguito un video d’archivio.

Ma nel garage personale di Maradona non ci sono solo supercar. Spicca infatti anche la Peugeot 205 Cabrio di colore azzurro, evidentemente in onore di Napoli e del Napoli.

Le altre auto di Maradona

-La Mercedes di Maradona. Nel 1980, quando ancora era in Argentina, i fan decisero di regalargli una Mercedes-Benz 500 SLC come dono per il suo estro calcistico senza eguali. Era di colore rosso.

Renault Fuego GTA Max. Nel 1991 decise di acquistare questo veicolo, top di gamma per quanto riguardava la casa automobilistica francese, e la tenne fino al 1992 quando si trasferì a Siviglia. Il colore di questa era bianco.

Ferrari F355 Spider. Di questo modello, quando era tornato a giocare al Boca Juniors nel 1995, dopo il Mondiale di calcio del 94 negli Stati Uniti, ne volle due esemplari, entrambi Rosso Corsa. Una delle due venne venduta a un’asta un anno dopo e al campione fruttarono ben 670mila dollari.

-Altre auto furono: 2 Mini Cooper S, BMW i8, Rolls-Royce Ghost e M4 Coupè. Queste auto combaciano con il suo periodo da allenatore in giro per il mondo.

ultimo aggiornamento: 26-11-2020


Rinnovo Hamilton, possibile un biennale per il campione della Mercedes

Da Luca Marini a Jorge Martin, i rookie della MotoGP 2021