Disinfestazione zanzare: come scegliere il professionista ideale

Disinfestazione zanzare: come scegliere il professionista ideale

L’inverno sta finendo e in molte zone d’Italia si sono già viste le prime zanzare.

Il nostro Paese ha un clima favorevole alla vita di questi insetti, sia per quanto riguarda le zanzare comuni, sia per le più voraci zanzare tigre. Molti preferiscono cercare di limitare il problema utilizzando metodi fai da te, ma in genere con scarso successo. Per potersi difendere adeguatamente da questi insetti è infatti importante contattare dei professionisti nella disinfestazione zanzare, che siano in grado di svolgere il loro lavoro in modo efficace.

Come, dove e quando

Le zanzare si sviluppano con i primi caldi di fine inverno: basta un clima con minime superiori ai 10 °C perché le uova si schiudano o gli adulti comincino a deporle. In pratica già in febbraio-marzo si possono verificare le prime infestazioni da zanzare, soprattutto in alcune zone d’Italia. Questi insetti si sviluppano in luoghi in cui abbiano a disposizione ripari umidi e freschi, come ad esempio alla base dei cespugli o in vicinanza dei pozzetti di scarico.

Quando si utilizzano insetticidi contro questi insetti, soprattutto con i prodotto disponibili nei supermercati, si vanno ad uccidere solo alcuni esemplari, lasciando intoccate le uova e molti adulti. Questo porta semplicemente a tamponare il problema, che si ripresenterà nell’arco di pochi giorni.

Non tutti i professionisti sono uguali

Purtroppo la normale abitudine di affidarsi a professionisti improvvisati può portare più danni che vantaggi. Sono infatti presenti anche in Italia cosiddetti esperti nella disinfestazione da zanzare che fanno attacchi a tappeto: cospargono ogni superficie del giardino con insetticidi ad ampio spettro e concordano con il padrone di casa ulteriori interventi a scadenze regolari.

zanzara
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/mosquito-macro-insetto-scarabeo-719613/

Questo certo porta ad uccidere una buona quantità di zanzare, ma con loro stermina anche qualsiasi insetto utile presente nel giardino. Inoltre l’abitudine di operare a tappeto porta anche gli umani e gli animali da compagnia a venire a contatto con ingenti quantità di insetticida, cosa del tutto non consigliabile. Anche l’abitudine di concordare ulteriori disinfestazioni a calendario è deleteria, perché basta una leggera pioggia per rimuovere la gran parte dei prodotti spruzzati sul terreno, vanificandone l’attività.

Come opera un professionista disinfestatore serio

Un bravo disinfestatore professionista dovrebbe cominciare il proprio lavoro con un sopralluogo; questo gli consente di comprendere l’entità del problema e di verificare le specie di zanzare, o di altri insetti molesti, presenti nel giardino.

Al sopralluogo potrebbe seguire anche il posizionamento di trappole, volte a controllare la presenza di adulti e fare una stima del loro numero. In seguito potrà anche cominciare con i metodi classici della disinfestazione, ossia l’utilizzo di specifici insetticidi, in questo caso scelti appositamente per debellare le zanzare presenti, cercando di non disturbare gli altri insetti. Le disinfestazioni andrebbero svolte in lontananza dalla pioggia, quindi possibilmente quando il meteo è favorevole per almeno 5-7 giorni.

Ulteriori disinfestazioni si potranno svolgere anche nelle settimane seguenti, ma sempre considerando le specifiche situazioni caso per caso, evitando di programmare le attività a calendario. L’assenza di pioggia, il clima fresco o altre condizioni potrebbero limitare la proliferazione delle zanzare.

ultimo aggiornamento: 13-03-2019

X