Allestimento più accessoriato della versatile multispazio del Lingotto, il Doblò Trekking è spinta da un Multijet di seconda generazione da 1.6 litri.

Il Doblò è una vettura monovolume e multispazio prodotta dalla FIAT a partire dal 2000; nei listini della Casa del Lingotto ha sostituito il Fiorino, proseguendo la tradizione aziendale di denominare i veicoli commerciali con il nome di una moneta antica; nel 2009 è iniziata la produzione della seconda serie, caratterizzata da un profondo restyling estetico, che ha investito in particolare il frontale (griglia e fanali) e i gruppi ottici posteriori mentre all’interno dell’abitacolo sono stati ridisegnati la plancia, i sedili e i pannelli delle portiere.

La gamma del FIAT Doblò si articola in quattro allestimenti: base, Maxi, Trekking e Tetto Alto.

Scheda tecnica Doblò Trekking: dimensioni e motorizzazione

Nella versione Trekking, il Doblò è lungo 4.410 mm, è largo 1.832 mm ed è alto 1.905 mm (il passo misura 2.755 mm, come negli allestimenti base e Tetto Alto). Presenta una carrozzeria dalla linea essenziale che sviluppa due volumi piuttosto lineari; la configurazione è a cinque porte (le due posteriori sono scorrevoli), l’abitacolo è omologato per cinque o sette posti. Il vano bagagliaio ha una capienza che va da 790 a 3.200 litri.

Assemblato presso lo stabilimento turco di Tofas, il Doblò è basato sulla piattaforma modulare Small (già utilizzata per l’ultima generazione del Fiorino); la modifica principale rispetto alla serie precedente ha riguardato le sospensioni; all’avantreno è stato introdotto lo schema a ruote indipendenti con montante telescopico MacPherson e barra stabilizzatrice mentre al posteriore – per la prima volta su una vettura FIAT di questo tipo – è stato adottato uno schema a ruote indipendenti con doppio braccio oscillante, supportato da una barra stabilizzatrice.

Doblò Trekking
Fonte foto: https://www.facebook.com/aniciauto/?tn-str=k*F

Per quanto riguarda la motorizzazione, il Doblò Trekking è disponibile solo con un propulsore a diesel, declinato in due tagli di potenza (i motori a benzina e metano sono abbinati agli altri allestimenti di gamma). Nello specifico, si tratta di un Multijet II da 1.6 litri (1.598 cc di cilindrata) proposto in due versioni:

  • nella taratura meno potente, il quattro cilindri in linea sovralimentato è in grado di sviluppare una potenza massima di 95 CV (70 kW) ad un regime di 2.500 giri al minuto mentre la coppia motrice erogata raggiunge i 300 Nm già a 1.750 giri. Secondo i dati ufficiali dichiarati dal costruttore, la velocità massima è di 164 km/h mentre il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h è di 13.9 secondi; i consumi della versione Trekking pubblicati dal sito della FIAT sono: 6.8 l/100 km in ciclo urbano, 4.7 litri in ciclo extraurbano e 5.5 litri in percorso misto; la Casa torinese dichiara un quantitativo di emissioni inquinanti pari a 144 g per km. Omologato come Euro 6, il motore (a trazione anteriore) è abbinato ad un cambio manuale a sei marce;
  • la versione più potente del Multijet da 1.6 litri offerto sull’allestimento Trekking è quello da 120 CV (88 kW) capace di erogare una coppia motrice di 320 Nm a 1.750 giri al minuto. Ad una potenza maggiore corrispondono prestazioni (leggermente) superiori: la velocità di punta raggiunge i 172 km/h mentre il tempo necessario a toccare i 100 km/h da fermo si riduce a 12.1 secondi. Con questa motorizzazione, il Doblò Trekking consuma 6.8 litri di carburante ogni 100 km percorsi, 4.7 litri in ciclo urbano e 5.5 in percorso combinato. Le emissioni dichiarate dal costruttore sono 144 g per km.

Equipaggiamento di serie e optional

La dotazione di serie della versione Trekking è piuttosto ampia, sia per quanto riguarda gli elementi estetici e stilistici sia in fatto di dispositivi di sicurezza. Tra questi ultimi figurano una dotazione completa di airbag (laterali anteriori, lato conducente e lato passeggero), poggiatesta regolabili in altezza e ‘trekking kit‘, comprensivo di assetto rialzato, skid plate su paraurti e protezione sotto-motore). I dispositivi di sicurezza comprendono anche gli agganci ISOFIX, il regolatore dell’assetto dei fari, il sistema di controllo elettronico della stabilità, integrato con ASR, MSR, assistenza alla frenata in salita e Hill Holder, il sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici e i proiettori fendinebbia.

Sul fronte del confort interno, l’allestimento Trekking offre il climatizzatore automatico, l’idroguida, il sedile del guidatore regolabile in altezza (con supporto lombare e bracciolo), il sistema Start&Stop e il volante (con i comandi dell’autoradio integrati) regolabile in altezza e profondità. Per la carrozzeria, è possibile scegliere tra tre tonalità pastello (Blu Riviera, Bianco Gelato e Rosso Passione) e sei colorazioni metallizzate (Blu Mediterraneo, Bronzo Magnetico, Grigio Colosseo, Nero Tenore, Perla Sabbia e Rosso Amore). Nell’abitacolo, i rivestimenti sono in tessuto eco-pelle Damier abbinato alla finitura in eco-pelle marrone della plancia.

Rispetto all’allestimento immediatamente inferiore (Lounge), la versione Trekking del Doblò integra la dotazione di serie con:

  • Cerchi in lega diamantati da 16 pollici;
  • Skid plates anteriori e posteriori;
  • Quadro della strumentazione con cornici cromate;
  • Modanature laterali con logo ‘Trekking’;
  • Vetri posteriori privacy;
  • Plancia con finitura in ecopelle color tabacco;
  • Barre longitudinali portatutto al tetto;
  • Inserti interni in tessuto color tabacco;
  • Sospensioni rialzate;
  • Protezione sottomotore;
  • Sensori di parcheggio e retrocamera (solo sulle versioni Euro 6D-Temp).

La gamma di accessori a pagamento, invece, comprende:

  • Barre trasversali agganciabili ai mancorrenti longitudinali;
  • Rete protettiva divisoria per il vano portabagagli;
  • Calotte degli specchietti retrovisori cromate;
  • Pedaliera sportiva;
  • Family Plus Pack: configurazione abitacolo a sette posti e cristalli posteriori apribili a compasso;
  • Confort Pack (Cruise Control, fari automatici e sensore pioggia, volante in pelle con comandi e pomello cambio in pelle);
  • Display touch Uconnect da 5” con navigatore, sistema streaming audio, Bluetooth e lettore MP3;
  • Servizi Mopar Connect che comprendono my:Assistant (un servizio di assistenza dedicato per offrire supporto in caso di necessità), my:RemoteControl e my:Car;
  • Cruise Control;
  • Sensori pioggia;
  • Sistema Deadlock antieffrazione;
  • Volante e pomello del cambio in tecnopelle;
  • Porta posteriore a due battenti vetrata.

Il listino prezzi Doblò Trekking

Per via della posizione all’interno della gamma, le versioni Trekking sono quelle che presentano i prezzi di listino più alti. Un Doblò Trekking 1.6 da 95 CV è a listino a partire da 24.200 euro mentre la variante da 125 CV è acquistabile al nuovo a 25.200 euro.

Un esemplare Doblò Trekking usato costa molto meno, circa il 50% del prezzo di listino al nuovo, con variazioni legate al chilometraggio del veicolo: molti esemplari a km zero sono reperibili a circa 18mila euro.

Fonte foto: https://www.facebook.com/aniciauto/?tn-str=k*F

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
approfondimento doblò trekking

ultimo aggiornamento: 26-11-2019


Formula 1 ad Abu Dhabi: orari e streaming

Fca-Psa, fusione più vicina: lettera dei vertici ai dipendenti