Una donna incinta è rimasta folgorata mente faceva la doccia a Mesagne (Brindisi). Il piccolo sta bene, lei è in gravissime condizioni.

MESAGNE (BRINDISI) – Una donna incinta è rimasta folgorata mentre faceva la doccia a Mesagne, in provincia di Brindisi. L’incidente, come raccontato dall’Ansa, è avvenuto nella giornata di giovedì 26 agosto 2021 e le condizioni della giovane sono molto gravi.

I medici per salvare il piccolo sono stati costretti ad effettuare il parto cesareo. Il bambino ora sta bene e attende di poter abbracciare la madre.

Indagini in corso

Nessuna inchiesta è stata aperta, ma gli inquirenti stanno effettuando tutti gli approfondimenti del caso. Dalle prime informazioni, la donna potrebbe essere rimasta folgorata per un incidente domestico. Un corto molto probabilmente provocato dal maltempo, ma sono in corso tutti gli accertamenti.

La 42enne ha subito chiamato il marito, ma anche lui è stato raggiuto da una scossa elettrica più leggera. Una tragedia che ha ancora qualche punto da chiarire e gli inquirenti stanno effettuato gli approfondimenti. Al momento nessun fascicolo è stato aperto e molto probabilmente non ci sarà nessuna inchiesta visto che dalle prime ipotesi sembra essere quello di un incidente domestico.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Ambulanza
Ambulanza

Donna violentata a Milano, fermato un 31enne egiziano

Un uomo di 31 anni egiziano arrivato a Lampedusa lo scorso luglio è stato fermato a Milano con l’accusa di aver violentato una ragazza 25enne a Milano a poca distanza dall’ospedale di San Raffaele. Secondo le prime informazioni, la giovane è stata afferrata alle spalle dal suo violentatore e trascinata in uno scavo.

La vittima subito dopo la violenza ha raccontato tutto alle amiche ed è stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo. Alla fine si è riusciti a risalire al responsabile di questo atto e il fermo è scattato nella giornata di venerdì 27 agosto 2021.


Torna la zona Gialla: i colori delle Regioni dal 30 agosto

Green Pass, cambiano le regole. Via libera del Cts al prolungamento della scadenza