Una donna di 64 anni è stata sbranata dal suo cane a Pieve Vergonte, nel Verbano. Indagini in corso.

TORINO – Una donna di 64 anni è stata sbranata dal suo cane a Pieve Vergonte, nel Verbano. Secondo le prime informazioni riportate da La Repubblica, la donna è stata trovata nella mattinata di martedì 24 agosto 2021 in una pozza di sangue nella sua casa dal fratello.

L’uomo ha subito chiamato i soccorsi, ma il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Il corpo presentava diversi morsi al collo, alla gola e alle gambe. Ma quello fatale, almeno secondo quanto riferito dal medico legale, sarebbe stato quello alla nuca.

64enne morta nel Verbano, è stata sbranata dal cane

La ricostruzione di quanto successo è ancora al vaglio dagli inquirenti. Secondo le prime informazioni, l’uomo ha lasciato il cane con la sorella la sera prima nel letto ed è rientrato nel proprio appartamento. La mattina dopo, dopo non aver sentito alcun rumore, si è recato nell’appartamento ed ha scoperto la tragedia.

La 64enne era in una pozza di sangue e il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Le ferite erano troppo gravi e la salma è stata già riconsegnata ai familiari per l’ultimo saluto.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Ambulanza
Ambulanza

Le indagini

Gli inquirenti stanno effettuando tutti gli approfondimenti del caso. Non è chiaro se il cane l’abbia fatta cadere oppure la caduta sia stata provocata da un malore, ma per il medico legale a causare la morte potrebbe essere stato un morso alla nuca.

Una tragedia che ha sconvolto l’intera cittadina piemontese. Già in passato l’animale era stato protagonista di un’altra aggressione nei confronti del fratello e per questo motivo lo tenevano legato. Ma la misura non è servita ad evitare un nuovo episodio simile e la morte della 64enne.


Tragedia in una corsa in montagna, morto atleta ceco

Arrestato Ciro Di Maio, il conduttore aveva ordinato droga dello stupro dall’Olanda