Caos Donnarumma, nervi tesi tra la famiglia di Gigio e Mirabelli

Raiola vuole approfittare della situazione delicata per portare Donnarumma al Psg. Gigio vorrebbe rimanere al Milan ma…

Mino Raiola, il Paris Saint-Germain, il ruolo in squadra del fratello Antonio, ma non solo: sono tanti i nodi da sciogliere nella vicenda Donnarumma che tanto sta facendo discutere. Il quotidiano campano Metropolis ha provato a rimettere insieme i tasselli di un puzzle a dir poco complesso. Tutto comincia dall’offerta del Psg, che ha proposto al manager di Gigio un contratto monstre per il suo assistito: un milione di euro al mese, ovvero 12 milioni netti a stagione. Il giovane portiere rossonero – riferisce Metropolis – vorrebbe restare al Milan ma non ha la forza d’imporsi con il suo procuratore.

Mercato Milan, a gennaio possibile colpo a centrocampo

Stando all’indiscrezione, circa un mese fa il club francese è tornato a bussare alla porta di Raiola. L’agente, così come la famiglia di Donnarumma, sanno che esiste una clausola da 75 milioni di euro, cifra che il Paris Saint-Germain sarebbe disposto a spendere già a gennaio. Clausola, però, che non sarebbe mai stata inserita nel contratto di Gigio rinnovato la scorsa estate. La notizia manda su tutte le furie Raiola, che si rivolge al padre di Donnarumma, Alfonso, chiedendo spiegazioni, prima di inviare una mail pesantissima al Milan, minacciando addirittura la rescissione del contratto.

Ma attenzione. Secondo quanto riportato da Metropolis, negli ultimi tempi si sarebbero incrinati i rapporti tra la famiglia di Gigio e il direttore sportivo rossonero, Massimiliano Mirabelli, accusato di non aver mantenuto gli accordi presi in estate al momento dell’ingaggio di Antonio Donnarumma. A quanto pare, il dirigente milanista aveva garantito al fratello maggiore di Gigio il ruolo di secondo portiere. Una promessa non mantenuta, visto l’impiego di Marco Storari in Europa League. La questione ha provocato un po’ di tensione tra la famiglia Donnarumma e Mirabelli, tant’è vero che già in due occasioni ci sono stati dei confronti, anche piuttosto accesi, durante i quali non sarebbero stati graditi i toni utilizzati dal ds rossonero (papà Alfonso avrebbe chiesto un chiarimento con Marco Fassone).

E qui entra nuovamente in gioco Raiola, che ha approfittato del momento per entrare a gamba tesa. L’astuto manager, infatti, sa benissimo che uno strappo definitivo tra Donnarumma e la tifoseria del Milan (i rapporti sono già ai minimi storici dopo le ben note vicende estive) agevolerebbe il trasferimento di Gigio al Paris Saint-Germain.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-12-2017

Salvo Trovato

X