Torna l'antenato di Google: un viaggio nel tempo con Archie
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Torna l’antenato di Google: un viaggio nel tempo con Archie

Uomo digita a computer portatile

Rivivi la storia del web con Archie: si tratta dell’antenato di Google, recentemente è stato riportato in vita.

Nell’era dei motori di ricerca avanzati e degli algoritmi sofisticati, fa il suo ritorno Archie, il primo motore di ricerca che ha gettato le basi per l’attuale panorama digitale.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

Creato nel 1989 dall’informatico Alan Emtage, Archie rappresenta un pezzo fondamentale della storia del web.

Non solo un tuffo nostalgico nel passato, ma un progetto volto a preservare la memoria dell’evoluzione tecnologica che ha trasformato il nostro modo di navigare e interagire online.

mani tastiera pc

Il ritorno di Archie: un’impresa tecnologica

I developer di The Serial Port, come riportato Meteoweb.eu, hanno dedicato tempo e risorse per riportare in vita Archie.

L’impresa ha richiesto l’individuazione del codice sorgente originale, custodito presso il reparto informatico dell’Università di Varsavia.

Grazie al permesso di accedere a questi file storici, è stato possibile ricreare il portale di Archie, restituendolo alla sua gloria originale.

Il progetto, ora open source, è accessibile a tutti, offrendo una finestra unica sulle radici del web. La decisione di riportare in vita Archie non è stata solo motivata dalla nostalgia, ma anche dal desiderio di preservare un pezzo fondamentale della storia tecnologica.

Questo atto di conservazione onora il lavoro di Alan Emtage e degli altri pionieri dell’informatica, sottolineando l’importanza di mantenere vivo il nostro patrimonio tecnologico per le generazioni future.

Un viaggio nel tempo: conosci l’antenato di Google?

Visitare Archie oggi significa fare un salto indietro nel tempo, in un’era in cui i motori di ricerca erano strumenti essenziali e senza fronzoli.

I risultati delle ricerche si limitano a siti web che contengono i file cercati, offrendo un’esperienza pura e semplice.

Questo contrasta nettamente con l’abbondanza di foto, video e suggerimenti algoritmici dei motori di ricerca moderni.

Archie offre un’esperienza affascinante per gli appassionati di storia tecnologica, permettendo di apprezzare quanto sia cambiato il mondo digitale negli ultimi decenni.

Non è solo un tuffo nella nostalgia, ma un’opportunità di riflettere sulle radici della nostra attuale esperienza online.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2024 18:36

Google ci ascolta: cosa puoi fare per proteggere la tua privacy

nl pixel