Chi era Doriano Furceri, il comandante della stazione di Anso che è stato ucciso a colpi di pistola dal brigadiere Milia.

E’ accaduta ieri la tragedia che ha visto vittima il luogotenente di 58 anni Doriano Furceri. Il brigadiere con problemi psichici alle spalle, avrebbe sparato tre colpi di pistola ferendo mortalmente il suo superiore. L’arresto dell’uomo è avvenuto questa mattina, mentre per il comandante non c’è stato nulla da fare. Dopo 35 anni di servizio nell’arma, Furceri lascia moglie e figli. Le ipotesi sulla vicenda sono ancora da confermare.

Carabinieri
Carabinieri

Nel pomeriggio di ieri 27 ottobre ad Asso, nel Comasco, il brigadiere Antonio Milia si sarebbe rinchiuso in caserma col cadavere del comandante, che aveva ucciso con tre colpi di pistola. Pare che l’uomo che ha sparato soffrisse di problemi psichici, per cui fu ricoverato nel reparto di psichiatri dell’Ospedale di San Fermo della Battaglia. Nonostante ciò, il brigadiere era stato giudicato comunque idoneo al servizio da una Commissione Medico Ospedaliera.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’arresto e le indagini

La procura di Como, arrivata in caserma la mattina successiva, ha accusato l’assassino di omicidio del superiore e di tentato omicidio di un militare del Gis ferito da un colpo di pistola al ginocchio durante l’irruzione. I reparti militari dell’Arma hanno catturato Milia alle 5:40 di questa mattina e hanno liberato una collega che era rinchiusa in una stanza della caserma.

I vertici della Compagnia di Como avrebbero decido di sospendere Antonio Milia “per comportamenti allarmanti che avevano fatto emergere una tendenza suicida del militare”. Il brigadiere era tornato in servizio dopo qualche mese di pausa a causa dei problemi psichici, su decisione della Commissione medico ospedaliera.

Il luogotenente Forceri, che era stato trasferito ad Asso, aveva però deciso di mettere il brigadiere in ferie forzate perché non lo riteneva ancora pronto per tornare in servizio. Secondo le prime ipotesi, la tragedia potrebbe risalire a questo motivo.

Chi era il comandante che è stato ucciso?

Si chiamava Doriano Furceri il comandante della stazione carabinieri di Asso, nel Comasco. Il superiore è stato ucciso con tre colpi di pistola da Antonio Milia, dopo essere tornato da poco da un periodo di fermo per problemi di salute.

L’uomo originario di Palermo aveva 58 anni ed era in servizio da 35 anni era in servizio nell’Arma. Lungo la sua carriera aveva ricoperto il ruolo di comandante di stazione in diversi Comuni della Lombardia come Seregno e Merate. Negli ultimi 17 anni era stato al comando della stazione di Bellano, un incarico interrotto solo per un anno quando nel 2008-2009 è stato in missione in Kosovo. Il comandante era sposato con tre figli.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 28-10-2022


Caso Justine, chi è il killer della 20enne 

“Ho visto persone felici e ho provato invidia”: chi è l’uomo che ha aggredito 6 persone al centro commerciale di Assago