Vaccino Covid, Mario Draghi: La somministrazione con AstraZeneca riprende dal 19 marzo. L’annuncio dopo il giudizio dell’Ema.

Dopo il via libera dell’Ema è arrivato anche quello del premier italiano Mario Draghi, che ha comunicato che la somministrazione del vaccino AstraZeneca riprende dalla giornata del 19 marzo, quindi dal primo giorno utile dopo il nuovo giudizio dell’Agenzia europea.

In Francia la somministrazione del vaccino AstraZeneca è ripresa già nel pomeriggio del 18 marzo, poco dopo il via libera dell’Ema.

Draghi, Riprendono le vaccinazioni con AstraZeneca

“Il governo italiano accoglie con soddisfazione il pronunciamento dell’Ema sul vaccino di AstraZeneca. La priorità del Governo rimane quella di realizzare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile”, ha fatto sapere il Presidente del Consiglio Mario Draghi commentando il giudizio dell’Ema sul vaccino.

Il Premier Draghi ha comunicato che le somministrazioni con AstraZeneca riprendono dal 19 marzo, quindi dal giorno successivo al via libera da parte dell’Ema.

La somministrazione del vaccino riprende, per la precisione, alle ore 15.00 del 19 marzo.

Mario Draghi
Mario Draghi

La nota dell’Aifa

Il via libera alla somministrazione del vaccino AstraZeneca è stato confermato dall’Aifa con una nota condivisa sul proprio sito.

“La raccomandazione del Comitato di Valutazione dei rischi per la Farmacovigilanza (PRAC) dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), nella riunione di oggi, 18 marzo 2021, ha confermato il favorevole rapporto beneficio/rischio del vaccino antiCovid19 AstraZeneca, escludendo una associazione tra i casi di trombosi e il vaccino COVID19. Ha inoltre escluso, sulla base dei dati disponibili, problematiche legate alla qualità e alla produzione.

Sentito il Ministro della Salute, la Direzione generale della Prevenzione e il Consiglio Superiore di Sanità, l’Agenzia Italiana del Farmaco rende noto che sono venute meno le ragioni alla base del divieto d’uso in via precauzionale dei lotti del vaccino, emanato il 15 marzo 2021.

Pertanto, appena il Comitato per i Medicinali per Uso umano (CHMP) rilascerà il proprio parere, AIFA procederà a revocare il divieto d’uso del vaccino AstraZeneca, consentendo così una completa ripresa della campagna vaccinale a partire dalle ore 15.00“.

Aifa
fonte foto https://www.facebook.com/AIFAufficiale

Il giudizio dell’Ema su AstraZeneca

Nella conferenza stampa del 18 marzo l’Ema ha dato il via libera alla somministrazione del vaccino con AstraZeneca.

Secondo gli esperti dell’Agenzia europea, i casi di trombosi registrati in diversi Paesi non sono riconducibili alla somministrazione del vaccino.

L’Ema evidenzia inoltre che i benefici sono superiori ai rischi e che il vaccino risulta essere efficace oltre che sicuro per la popolazione.

“I benefici del vaccino di AstraZeneca continuano ad essere molto superiori ai rischi. La commissione sulla sicurezza dell’Ema non ha trovato prova di problemi di qualità o sui lotti”, ha fatto sapere Sabine Strauss.

TAG:
coronavirus primo piano vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 18-03-2021


Nuovo Cts, Gerli rinuncia all’incarico dopo le polemiche

Primo caso di variante inglese in un gatto in Italia