Coronavirus in Italia, Draghi prepara la nuova stretta sul Green Pass. La Lega frena ma il premier tira dritto in vista della piena ripresa delle attività.

Mentre la certificazione verde continua a far discutere e divide la maggioranza di governo, il premier Draghi starebbe già valutando la nuova stretta sul Green Pass che in tempi realisticamente brevi dovrebbe diventare obbligatorio anche per i dipendenti degli uffici pubblici. Inoltre non si esclude una significativa estensione anche nelle aziende, ma qui entriamo in una discussione che va avanti da mesi e divide imprese e sindacato, ancora senza un accordo.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Mario Draghi
Mario Draghi

Le regole dal 1 settembre

Come abbiamo avuto modo di vedere, dal 1 settembre sono cambiate le regole sul Green Pass, diventato obbligatorio anche per i trasporti (traghetti, treni, bus e aerei) per viaggi nazionali di lunga percorrenza e per le scuole. Palazzo Chigi e il Viminale si aspettavano una giornata complicata, invece non si sono registrate particolari criticità.

Per quanto riguarda i trasporti, la manifestazione dei no Pass e dei no Vax si è trasformata in un grande flop in tutte le città italiane. Per quanto riguarda la scuola l’unico episodio controverso è quello di due docenti di un istituto di Torino respinti dal Preside in quanto sprovvisti di Green Pass e muniti di un certificato per l’esenzione dal vaccino che il dirigente scolastico non avrebbe riconosciuto come valido.

Treno Milano
Treno

La Lega spacca la maggioranza sul Green Pass

Draghi ha dovuto fare i conti con i problemi interni. La Lega ha spaccato la maggioranza di governo votando contro il Green Pass in Commissione. Letta ha subito chiesto chiarimenti a Salvini, che ha scoperto le carte chiedendo tamponi gratis. L’attività politica riprende tra mille difficoltà dopo la pausa estiva e la sensazione è che qualche colpo di scena o regolamento di conti nel corso di questo lungo mese di settembre possa effettivamente esserci.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Draghi prepara la nuova stretta sul Green Pass

In base alle notizie che circolano, Draghi non sembrerebbe intenzionato a fare passi indietro sulla certificazione verde. Anzi, il Presidente del Consiglio vuole fare passi avanti e prepara la nuova stretta che dovrebbe interessare il mondo del lavoro. Il Green Pass dovrebbe diventare obbligatorio per i dipendenti degli uffici pubblici e per i dipendenti delle aziende.

Per gli statali sembra essere solo questione di tempo. I ministri competenti hanno già espresso parere favorevole e si tratta solo di mettere il tutto nero su bianco. Per quanto riguarda il Green Pass nelle aziende si entra in una discussione delicata che da mesi divide Bonomi e Landini, imprese e sindacato. Il governo vuole intervenire con un’estensione anche nel mondo del lavoro ma qui bisogna misurare bene i passi per evitare di rimanere imbrigliati nella rete degli scioperi e dei ricorsi.

TAG:
coronavirus governo Draghi primo piano

ultimo aggiornamento: 02-09-2021


Mps, il 24 settembre lo sciopero dei lavoratori del gruppo

Ecco come si torna in classe: le linee guida per la scuola