Addio a Patrizia Cavalli, la poetessa contemporanea si è spenta all’età di 75 anni. Era nata a Todi, nel 1947.

Originaria di Todi, classe 1947. Patrizia Cavalli viveva a Roma ormai da tanto tempo. Nella Capitale, Patrizia si era data agli studi filosofici, costruendo una brillante carriera letteraria, profondamente legata ad Einaudi. Per la famosa casa editrice, Patrizia aveva pubblicato diverse raccolte di poesie. Durante i prolifici anni romani, Patrizia aveva sviluppato un legame profondo, con un’altra delle autrici italiane che hanno cambiato la storia della letteratura nazionale: Elsa Morante.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Patrizia al Corriere della Sera

Nell’ambito di un’intervista per il Corriere della Sera, risalente a qualche anno, Patrizia aveva dichiarato la grande riconoscenza nutrita nei confronti di Elsa: “A lei devo tutto, avevamo un rapporto complesso, umorale, esattamente come la sua natura. Ma ricordo un episodio. Una volta eravamo a tavola io, lei e Sandro Penna. Penna c’aveva quella vocetta gne gne e diceva: ‘Elsa, Elsa, sei contenta di stare a pranzo con due poeti?’. Morante lo gelò: ‘Io sono più poeta di voi'”.

Penna
Penna

Patrizia stava combattendo contro un cancro.

Nell’ambito di un’intervista a Repubblica, aveva affermato: “Sono stata sempre ipocondriaca, sentendo in me qualcosa di segreto e di estremo. Poi, quando si è manifestato il male vero, l’ipocondria è passata: l’immaginazione non aveva più un luogo in cui andare. Il terrore legato all’ipocondria veniva dal vuoto corporale. Il cancro ha riempito il panico. E mentre gli amici mi dicevano: hai una gran forza d’animo, la verità è che scoprendo la malattia io non ero più depressa”.

Patrizia Cavalli passa alla storia come il perfetto e discreto connubio tra sensibilità artistica e successo di popolo. Amata da molte generazioni, ogni esibizione di Patrizia era un tripudio di emozioni e vita.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 21-06-2022


Per la Russia, se il grano nel mondo cala è per “sanzioni illegittime”

Mantovani: “Long Covid? L’unica difesa è il vaccino”