Impiego full time, ferie inesistenti o quasi, incarichi di responsabilità: quanto dovrebbe guadagnare una casalinga.

Ci sono pochi dubbi sul fatto che quello della casalinga sia a tutti gli effetti un lavoro e secondo molti si tratta di uno dei lavori più difficili in assoluto. In effetti chi si occupa della cura e della gestione della casa e della famiglia ha delle responsabilità non indifferenti e svolge mansioni di rilievo e spessore. Ma quanto dovrebbe guadagnare una casalinga?

Il lavoro in casa: sei mansioni full time e senza ferie

Dopo anni di dibattiti, polemiche e discussioni, una risposta attendibile arriva da ProntoPro, che ha calcolato quanto dovrebbe guadagnare una casalinga nel caso in cui il suo lavoro fosse regolarizzato.

Per lo studio in questione, chi si occupa della casa e della famiglia svolge almeno sei mansioni: autista, chef a domicilio, insegnante di ripetizioni, animatrice, psicologa, colf.

L’orario di lavoro supera di gran lunga le 40 ore settimanali. Aggiungiamoci inoltre il fatto che le ferie sono sostanzialmente inesistenti. Si lavora in vacanza, a Natale, a Pasqua e a Capodanno. Anzi, spesso durante le feste si lavora anche più del solito.

Casa
Casa

Quanto dovrebbe guadagnare una casalinga

E arriviamo così al punto cruciale della questione: quanto dovrebbe guadagnare una casalinga? Secondo ProntoPro lo stipendio di chi si prende cura della casa e della famiglia dovrebbe essere di circa 6.500 euro al mese. Alla faccia dei grandi manager di successo. Di fatto chi si occupa a tempo pieno dell’ambito domestico incide in maniera considerevole sul bilancio familiare portando ad un risparmio di migliaia di euro che altrimenti dovrebbero essere investiti tra colf, babysitter, insegnante per le ripetizioni e simili. E chissà che un giorno questo lavoro non venga effettivamente riconosciuto e retribuito in maniera equa.

I papà che si occupano della casa e della famiglia

Non sorprenderebbe se nei prossimi anni il nostro vocabolario dovesse arricchirsi di parole nuove. Infatti sono sempre di più i casi di papà che si occupano della gestione della casa e della famiglia mentre la donna resta attivamente nel mondo del lavoro e fa carriera, nel senso tradizionale del termine.


E’ morto Paul Van Doren, il ‘padre’ delle Vans

N-Plus, Netflix diventa una piattaforma social?