Ecobonus al 110 per cento, come funziona e quali sono le condizioni

Ecobonus 110 per cento: come funziona?

Decreto Rilancio, come funziona l’ecobonus al 110 per cento. Le restrizioni e le agevolazioni per rendere la casa green.

Con il decreto Rilancio il governo vara un maxi ecobonus del 110 per cento. Si tratta di fatto di una detrazione fiscale sulle spese sostenuto entro il 31 dicembre 2022 per rendere la casa più green.

Nel dl Rilancio l’ecobonus al 110 per cento

L’ecobonus 110 per cento sarà attivo dal prossimo 1 luglio ed è stato ideato per rimettere in moto il mondo dell’edilizia, crollato sotto i colpi della crisi economica legata al coronavirus.

Si tratta di fatto di una detrazione fiscale in cinque anni pari al 110% delle spese sostenute per lavori effettuati tra il 1° luglio prossimo e il 31 dicembre 2021.

L’ecobonus varato dal governo aumenta l’aliquota della detrazione fiscale per gli interventi utili al miglioramento dell’efficienza energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e di colonnine per la ricarica delle auto elettriche.

euro
euro

Come funziona il maxi-ecobonus

Hanno diritto al bonus le persone fisiche per abitazioni in condominio o indipendente a patto che si tratti della prima casa del richiedente.

Per ogni unità immobiliare il tetto di detraibilità è fissato a sessantamila euro.

“Interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo.

La detrazione di cui alla presente lettera è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 60.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio“, recita il decreto.

Vengono rimborsate le spese anche per lavori di installazione di impianti di riscaldamento con requisiti di alta efficienza in condominio e le spese per l’installazione di caldaie ad alta efficienza per unità immobiliari indipendente.

Per tutte le informazioni consultare il testo integrale del dl Rilancio in formato PDF.

Pannelli fotovoltaici e colonnine elettriche per la ricarica delle auto

Ci sono agevolazioni anche per l’installazione di pannelli fotovoltaici ma vige l’obbligo di cessione al Gse dell’energia auto-prodotta e non consumata.

Gli interventi dovranno inoltre garantire il miglioramento di almeno due classi per quanto riguarda la prestazione energetica.

Potranno inoltre accedere all’ecobonus le persone che procederanno con l’installazione di colonnine elettriche per la ricarica delle automobili.

Euro monete
Euro monete

La fase di controllo

Ci sarà anche una fase di controllo. La documentazione dei pagamenti dovrà essere inviata all’Enea insieme con la documentazione tecnica e una relazione che possa giustificare i costi sostenuti, che devono essere proporzionati e congrui ai lavori effettuati

ultimo aggiornamento: 20-05-2020

X