Elezione Presidente della Repubblica, vola l’ipotesi del Mattarella bis, il fallimento della politica.

Dopo sette votazioni a vuoto per l’elezione del Presidente della Repubblica, si apre il paracadute del Mattarella bis, il fallimento di tutti i leader politici, che si sono mostrati incapaci. Non in grado di fare il proprio lavoro. Non in grado di fare politica.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il fallimento dei leader politici

Questa corsa al Colle non ha offerto grandi candidati di spicco e sicuramente è stata condizionata dal fatto che nessuna forza politica avesse effettivamente una base solida di grandi elettori. Serviva un compromesso o serviva una grande operazione politica attraverso la quale costruire una candidatura dal basso. Eppure qualche nome utile c’era.

Quella di Draghi poteva essere una figura comoda. La politica avrebbe potuto liberare una casella importante, Palazzo Chigi. La politica, se avesse trovato un premier condiviso, avrebbe potuto riprendersi il suo spazio, occupato dai tecnici. E invece nulla. I grandi leader non hanno trovato una quadra sul governo che sarebbe nato dal trasferimento di Draghi da Palazzo Chigi al Colle.

Anche quella di Casini era una candidatura utile. Si parla di un profilo gradito a tutti. E il problema è proprio questo. Nessuno avrebbe potuto mettere la bandierina sull’elezione del Capo dello Stato. Un uomo troppo al Centro per essere utile alla causa dei grandi leader politici.

Addirittura la carta Casellati poteva essere giocata meglio dalla coalizione di Centrodestra, che esce spaccata da questa corsa al Colle.

Nelle varie rose presentate sin dal primo giorno sono emersi anche nomi importanti come quello di Belloni, a capo dei servizi, o quello Cassese, nonostante il fattore anagrafico.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Elezioni Presidente della Repubblica, il Mattarella bis

Non ci sono dubbi quindi sul fatto che il Mattarella bis rappresenti il fallimento della politica e dei leader delle principali forze politiche. Non si tratta di un giudizio sul Presidente della Repubblica, che nel corso del suo settennato ha dimostrato di essere forse il miglior Presidente degli ultimi anni. E proprio per il suo profondo rispetto nei confronti delle istituzioni Mattarella aveva fatto sapere con larghissimo anticipo di non essere interessato al secondo mandato. Per un semplice motivo: 14 anni al Quirinale si avvicinano più ad una monarchia che ad una Repubblica.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-01-2022


Furto in casa Prestipino, i ladri hanno addormentato anche i cani e i gatti

Quirinale, salta il Centrodestra. Meloni: “Salvini propone di andare a pregare Mattarella. Non voglio crederci”