Elezioni in Olanda, Mark Rutte vicino ad una conferma. Il partito popolare è in testa secondo gli exit-pool.

AMSTERDAM (OLANDA) – Elezioni in Olanda, Mark Rutte verso la conferma. Secondo i primi exit-poll, il partito del premier uscente è in testa con 35 seggi su 150. Se i risultati saranno confermati, il leader del Partito popolare della libertà e della democrazia dovrebbe confermarsi ancora come primo ministro, ma dovrà formare una nuova alleanza per ottenere la maggioranza.

Elezioni in Olanda, i risultati

Grande attesa per i risultati finali. Secondo i primi exit poll, il partito di Mark Rutte dovrebbe ottenere 35 seggi. Un risultato che non consente di formare un proprio esecutivo (76 i seggi necessari per dare vita ad un governo). Per questo l’ipotesi più probabile sembra essere quella di una coalizione con almeno due forze politiche. Una di questa sarebbe il partito di centro sinistra con i suoi 27 seggi.

Per quanto riguarda gli altri risultati, il Partito della Libertà degli anti-islamici dovrebbe perdere 3 seggi. Cinque seggi in meno per la coalizione Cristiano democratica, mentre i laburisti dovrebbero confermare i risultati delle precedenti elezioni.

Mark Rutte
Mark Rutte

L’affluenza

E’ stata una tornata in piena pandemia. Per evitare assembramenti, si è deciso di dividere le elezioni in tre giorni. Nonostante una campagna totalmente virtuale, l’affluenza registrata è data dell’81%, un punto percentuale in meno rispetto a cinque anni fa.

Il secondo mandato per Mark Rutte

Un secondo mandato per Mark Rutte che sembra essere un premio per la gestione della pandemia in Olanda. Le elezioni, infatti, si sono svolte in un periodo molto particolare e il voto per molti è stato interpretato come un vero e proprio giudizio su come ha affrontato il governo l’emergenza coronavirus.

E la conferma del premier uscente sembra essere una promozione da parte dei cittadini. Nei prossimi mesi toccherà anche agli altri leader sottoporsi al giudizio della popolazione.


Biden, “Putin è un killer, pagherà per aver tentato di influenzare le elezioni”. Mosca ritira l’ambasciatore

Tanzania, è morto il presidente John Magufuli