Arriva la condanna per Elisabetta Franchi dopo le parole che hanno scatenato un lungo dibattito.

Le polemiche in seguito alle dichiarazioni che hanno sconvolto l’opinione pubblica, Elisabetta Franchi è stata condannata per condotta antisindacale. Il tribunale del lavoro di Bologna ha dichiarato la Betty Blue, per aver imposto sanzioni ad alcune lavoratrici che avevano deciso di scioperare contro gli straordinari del sabato.

La giudice Chiara Zompi ha dato ragione alla Cgil. La Betty Blue è al centro di una vertenza sindacale da otto mesi per aver imposto l’allungamento di orari alle lavoratrici. La società ha intenzione di arrivare in Borsa e per questo motivo, per aumentare gli ordini, ha imposto alle lavoratrici della fabbrica di Granarolo l’allungamento oltre l’orario standard. A questa imposizione, molte lavoratrici hanno deciso di scioperare. A queste è arrivato un provvedimento disciplinare dall’azienda poi ritirato. L’azienda aveva definito lo sciopero «una grave lesione dell’esercizio dell’attività di impresa oltre che come un ingiustificato e pretestuoso accanimento nei confronti del brand».

Il sindacato Filcams Cgil aveva proclamato lo stato di agitazione e il blocco degli straordinari. L’azienda aveva risposto così: «Durante il periodo di chiusura obbligatoria ci avete contestato l’applicazione della cassa integrazione e ora che i dipendenti hanno la possibilità di ricevere uno stipendio più elevato ci contestano anche questo aspetto».

Cgil
Cgil

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La Betty Blue condannata per antisindacalità

La giudice ha stabilito che in ogni caso i lavoratori in sciopero non possono essere discriminati. La giudice ha “accertato e dichiarato l’antisindacalità della condotta della Betty Blue spa consistente nell’esercizio del potere disciplinare, mediante l’invio delle lettere di contestazione del 23 e 25 novembre 2021 a carico delle lavoratrici aderenti allo stato di agitazione e allo sciopero degli straordinari proclamato da Filcams Cgil. Ordina, quindi, di “astenersi per il futuro dall’utilizzare il potere disciplinare per limitare l’esercizio della libertà sindacale e del diritto di sciopero”.

A peggiorare la situazione dell’azienda, le parole di Elisabetta Franchi nel suo intervento all’evento organizzato da Il Foglio e da Pwc in cui sosteneva di assumere donne solo oltre i 40 anni «perché così hanno fatto già figli o si sono separate». Le critiche alla imprenditrice Franchi sono arrivate da diverse parti, inclusa la ministra delle Pari Opportunità.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-05-2022


I misteri sullo stato di salute di Putin: il capo dell’intelligence ucraina rivela che …

India: incendio provoca la morte di almeno 27 persone