Il secondogenito del Re Carlo III, il ribelle Harry ha reso omaggio a sua nonna, la Regina Elisabetta.

Il principe Harry ha diffuso una nota in memoria di sua nonna e ha definito Elisabetta II “bussola” ringraziandola per il suo senso del dovere e il suo “sorriso contagioso”. “Mentre celebriamo la vita di mia nonna, Sua Maestà la Regina, e piangiamo la sua perdita, ci viene in mente la bussola che ha guidato così tanti attraverso il suo impegno nel servizio e nel dovere”, ha scritto Harry.

Il matrimonio con l’americana Meghan Markle nel 2020 scosse la famiglia Windsor. Dal trasferimento definitivo negli Stati Uniti, i rapporti con la famiglia reale non sono stati mai più risolti. “Nonna, anche se questa separazione finale ci porta grande tristezza, sono per sempre grato per tutti i nostri primi incontri, dai miei primi ricordi d’infanzia, il nostro primo incontro come comandante in capo, fino al primo momento in cui hai incontrato la mia cara moglie e hai abbracciato i tuoi pronipoti”, ha detto il principe Harry.

Regina Elisabetta
Regina Elisabetta

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il principe ringrazia sua nonna: “Grazie per il tuo sorriso contagioso”

“Ho a cuore questi momenti condivisi con te e i molti altri momenti speciali nel frattempo. Manchi già, non solo a noi, ma al mondo intero” ha concluso nella sua nota. “Ora onoriamo mio padre nel suo nuovo ruolo di re Carlo III”. “Grazie per il tuo impegno nel servizio. Grazie per i tuoi saggi consigli. Grazie per il tuo sorriso contagioso”.

Il principe di Sussex è stato l’ultimo ad arrivare al castello di Balmoral per salutare sua nonna, in arrivo dagli Usa appunto. Ed è stato anche il primo a lasciare la famiglia. Ma segni di distensione ci sono stati come la passeggiata davanti a Buckingham Palace insieme a sua moglie e suo fratello William e la principessa di Galles Kate per ringraziare i sudditi presenti.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-09-2022


Vaiolo delle scimmie: encefalite e confusione dopo il contagio 

Carlo III: prima volta in Parlamento da re