Elly Schlein e il PD contro la separazione delle carriere dei magistrati
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Elly Schlein e il PD contro la separazione delle carriere dei magistrati

Elly Schlein

La segretaria del PD, Elly Schlein, esprime forte opposizione alla separazione delle carriere dei magistrati.

Durante il 36esimo congresso dell’Associazione Nazionale Magistrati (ANM) a Palermo, Elly Schlein, segretaria del Partito Democratico (PD), ha manifestato una decisa contrarietà alla proposta di separazione delle carriere tra magistrati giudicanti e requirenti, un tema al centro dell’attuale dibattito politico e giuridico in Italia.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Elly Schlein
Elly Schlein

La posizione del PD sulla separazione delle carriere

Quanto annunciato sulla separazione delle carriere vede la nostra ferma contrarietà“, ha affermato Schlein, ricevendo il sostegno e gli applausi dei magistrati presenti. Il PD sostiene che questa riforma non solo non risolverebbe i problemi persistenti del sistema giudiziario, ma potrebbe anche preludere a una sottomissione dei magistrati all’esecutivo, minando seriamente l’indipendenza della magistratura e il principio dell’obbligatorietà dell’azione penale.

Critiche al governo da parte di Schlein

In aggiunta, Schlein ha criticato l’atteggiamento aggressivo del governo nei confronti della magistratura, evidenziando come certe scelte e dichiarazioni del governo celino un evidente disappunto verso l’equilibrio dei poteri stabilito dalla Costituzione italiana.

La magistratura mal tollerata con atteggiamento muscolare e aggressivo: vale la pena di ricordare una nota che la accusava di fare l’opposizione“, ha commentato la leader del PD, sottolineando la gravità delle affermazioni ascoltate da membri del governo nelle recenti dichiarazioni pubbliche. Come ripreso dal portale ansa.it

Questa posizione del PD evidenzia una netta divisione tra le visioni di riforma giudiziaria promosse dal governo e quelle difese dal partito, che vede nella separazione delle carriere una potenziale minaccia alla democrazia e alla separazione dei poteri in Italia. La discussione si inserisce in un contesto più ampio di dibattito sulla giustizia in Italia, dove la riforma del sistema giudiziario rimane una questione politicamente e socialmente sensibile.

Attraverso queste dichiarazioni, Schlein e il PD lanciano un chiaro messaggio al governo e all’opinione pubblica, sostenendo l’importanza di preservare un sistema giudiziario indipendente e resistente a pressioni politiche, in linea con i principi fondamentali della Costituzione italiana.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 11 Maggio 2024 17:56

Superbonus, Tajani: “Non si possono imporre norme con effetto retroattivo”

nl pixel