Ema: "Variante Omicron prevalente entro Natale. Sintomi lievi"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Ema: “Variante Omicron prevalente entro Natale. I sintomi si confermano lievi”

Coronavirus

Marco Cavalieri (Ema) sulla variante Omicron: “Prevediamo che diventi prevalente entro Natale”.

ROMA – Marco Cavalieri, responsabile della strategia vaccinale dell’Ema, si è soffermato sulla variante Omicron. “In questo momento non possiamo prevedere il futuro – ha sottolineato citato da La Repubblicama possibile che la mutazione diventi prevalente del Vecchio Continente entro Natale“.

Decreto Salva Casa: ecco tutte le modifiche che potrai apportare alla tua abitazione

E sul futuro ha sottolineato: “Siamo sicuramente davanti ad una quarta ondata. La situazione è preoccupante visto che c’è la Delta, ma presto il nostro arsenale di strumenti contro il Covid sta aumentando. Entro la fine dell’anno avremo un nuovo vaccino e anche i primi farmaci antivirali“.

I sintomi della variante Omicron

Un passaggio anche sui sintomi della variante Omicron. “Dai primi risultati – ha confermato Cavalieri – la variante è più contagiosa, ma gli effetti sembrano essere meno severi […]. Il nuovo virus causa una considerevole riduzione della capacità di neutralizzazione del virus da parte degli anticorpi delle persone vaccinate o già infettate, rispetto alla Delta, è sicuramente in linea con le nostre aspettative“.

Sul nuovo vaccino contro la mutazione – ha aggiunto – non abbiamo ancora deciso, ma siamo pronti sicuramente in ogni momento. La cosa che certa è che vorranno 3-4 mesi per arrivare al via libera definitivo […]“.

Coronavirus
Coronavirus

Il vaccino per i bambini

Cavalieri ha parlato anche del vaccino per i bambini. “I risultati sono sicuramente positivi – ha assicurato il responsabile vaccinale dell’Ema – neanche la campagna iniziata negli Stati Uniti ha fatto registrare effetti collaterali e per questo possiamo rassicurare“.

Un’arma sicuramente importante per affrontare i prossimi mesi. “Stiamo notando un aumento di contagi e di ricoveri in queste età – ha sottolineato Cavalieri – e non possiamo sottovalutare i sintomi e gli strascichi che si stanno registrando come la sindrome infiammatoria multisistemica che anticipa la guarigione“. Il consiglio è quindi sempre quello di sottoporsi alla somministrazione il prima possibile anche per affrontare le vacanze natalizie in sicurezza.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2021 18:38

Nuovi guai per Varriale, un’altra donna lo accusa di lesioni. La replica: “Io vittima di gelosia”

nl pixel