Incidente stradale per Erik Crepaldi. Il tennista sta continuando a lottare tra la vita o la morte. Ecco le sue condizioni.

ROMA – Grave incidente stradale per Erik Crepaldi. Il tennista, che ha raggiunto anche il numero 282 al mondo, è in coma farmacologico e i medici non hanno ancora sciolto la prognosi. C’è molta preoccupazione nel mondo dello sport italiano e tutti sono in attesa di buone notizie dall’ospedale Maggiore della Carità di Novara.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Come sta Erik Crepaldi

Le condizioni di Erik Crepaldi sono gravi anche se non si ha un quadro clinico ben preciso. “Sono arrivati tanti messaggi – ha detto la fidanzata riportata dal Corriere della Sera se io sapessi le sue reali condizioni ve lo direi, ma non lo sanno neanche i medici. Bisogna restare positivi: salviamolo, salviamolo. Erik serve a questo mondo e non ci può essere un mondo senza di lui“.

La compagna del tennista ha aggiunto: “E’ sempre stato un lottatore e tutti gli vogliono bene, solo guardandolo si può vedere quanta energia ha e anche questa volta ce la farà: anche questa volta sotto 5-0 al terzo tirerà su la partita […]. Bisogna pregare, mandargli pensieri positivi e sono convinto che riuscirà a vincere questa battaglia“.

Ambulanza
Ambulanza

L’incidente

La ricostruzione dell’incidente è ancora al vaglio degli inquirenti. Dalle prime informazioni, il tennista era a bordo della sua auto a Bussolengo quando, per motivi ancora da chiarire, c’è stato un frontale con una seconda vettura. L’atleta è stato incastrato diversi minuti tra le lamiere della sua auto e le condizioni sono sembrate da subito molto gravi.

Attualmente si trova ricoverato in coma farmacologico e i medici non hanno ancora sciolto la prognosi. C’è sicuramente tanta preoccupazione e i medici preferiscono non sbilanciarsi. Apprensione nel mondo del tennis e presto ci potrebbe essere un nuovo bollettino per aggiornare sulle sue condizioni.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 18-09-2021


Atletica, primo segnale di Tortu sui 200 metri: secondo tempo italiano all time a Nairobi

Un salto naturale dagli animali all’uomo, il nuovo studio sull’origine del Covid