Disperato a pochi minuti dalla fine, un tifoso svizzero ha scioccato il mondo intero quando la Nazionale di Petkovic ha ripreso la Francia.

In positivo o in negativo, chi è tornato a casa da Bucarest dopo Francia-Svizzera porterà un ricordo indelebile con sé. Sulla carta il match di Euro 2020 doveva essere a senso unico. Le qualità tecniche dei Bleus di Didier Deschamps sembravano troppo superiori rispetto agli elvetici e, invece, il campo ha contraddetto il pronostico. Spettacolo non solo lo hanno dato i protagonisti in campo, ma pure i tifosi. 

Euro 2020: dal quasi pianto all’estasi

Nell’impresa compiuta dalla selezione di Petkovic, spunta un protagonista a sorpresa. Che prima ricorda Harry Potter, poi un incontenibile Hulk. Del resto, è pure questo il bello del calcio: il colore dato dai tifosi, l’anima assoluta (l’emergenza Covid ha insegnato qualcosa). Un supporter rossocrociato, ripreso in più occasioni dalle telecamere, è diventato l’eroe di Twitter e uno dei meme meglio riusciti di Euro 2020.

In un primo istante, con la Svizzera sotto 3-2 all’87’, il giovane appassionato – che a parecchi utenti fa venire in mente una versione adulta del mago di Hogwarts – è disperato, sunl puto di scoppiare in lacrime. Quindi, al minuto 93, coronata l’assurda rimonta fino al 3-3, davanti alle telecamere spunta Hulk. Urlo rabbioso, occhi fuori dalle orbite, via la maglietta, fisico prestante: la trasformazione è completa e conquista il popolo della rete.    

Il ragazzo, Luca Loutenbach, 28enne del Canton Giura, ha raccontato al quotidiano Blick la serata speciale vissuta. Stanco ma felice, ha dichiarato: “Non so cosa mi sta succedendo. Penso che tutte le persone che conosco mi abbiano scritto. Durante la partita non c’era abbastanza segnale ma ho capito cosa stesse accadendo grazie ad alcuni tifosi che erano intorno a me”.

TAG:
Europei

ultimo aggiornamento: 30-06-2021


Dazn acquista i diritti dell’Europa League fino al 2024. E trasmetterà anche il meglio della Conference

L’Inter rispetta le scadenze Figc: pagati gli stipendi di marzo, aprile e maggio