Il Cdm e il Mef danno l’ok all’extrabonus sulle auto. Ecco per chi.

La proposta del ministro Giancarlo Giorgetti per la rimodulazione degli incentivi per acquisto di auto non inquinanti ha avuto esito positivo. Per l’anno 2022 arriva l’extrabonus per chi ha un reddito inferiore a 30.000 euro e ci sarà un aumento al 50% del contributo per l’acquisto di veicoli non inquinanti.

L’extrabonus per i redditi più bassi si aggiunge agli incentivi previsti: per l’acquisto di auto elettriche il bonus è di 3.000 euro senza rottamazione e 5.000 con la rottamazione, per le ibride 2.000 euro senza rottamazione e 4.000 con la rottamazione. Potrà beneficiare del contributo aggiuntivo un solo soggetto nell’ambito dello stesso nucleo familiare. L’erogazione dell’incentivo verrà disciplinata dal Mise in un successivo decreto.

Auto, velocità in curva
Auto, velocità in curva

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Incentivi per veicoli a basse emissioni

I bonus sono estesi anche alle persone giuridiche che noleggiano le auto purché ne mantengano la proprietà almeno per 12 mesi. «La ratio è che sull’elettrico e plugin (0-20, 21-60) rimane una quota significativa di risorse» spiega il Mise. «La quota di mercato prevalente è di produzioni italiane – afferma Giorgetti nella nota – e con questa misura aumenteremo la penetrazione di veicoli a basse emissioni, continuando a sostenere le produzioni industriali, secondo il disegno che avevo in mente all’inizio del mio mandato».

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-08-2022


Elezioni 2022: l’Italia scivola verso il rating negativo

Caro luce e gas: quali sono gli sconti del governo