Il terzo appuntamento stagionale di Formula 1 è in Cina. Scelte diverse tra i team: Ferrari un po’ più conservativa rispetto alla Mercedes.

MILANO – La settimana di riposo permette ai team di riordinare le idee in vista di un nuovo weekend importante di Formula 1. Nei giorni scorsi i team hanno comunicato le proprie scelte sui set di gomme da portare in Cina e si può notare una strategia diversa non solo tra scuderie ma anche tra gli stessi piloti.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Gomme Formula 1 2019
fonte foto https://twitter.com/pirellisport

Formula 1, le scelte del set di gomme per la Cina: Ferrari più conservativa

Dando uno sguardo in casa Ferrari si può notare una strategia completamente differente tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Il tedesco ha preferito portare una bianca (2) in più sacrificando un set di gialle (4) mentre il numero delle soft resta di 7 a testa.

Una scelta che sembra essere maggiormente conservativa rispetto a quella della Mercedes. Sono otto i set di gomme soft per Valtteri Bottas e Lewis Hamilton che hanno deciso di sacrificare sia la dura che la morbida. Di gialle il britannico ne avrà a disposizione quattro rispetto alle tre del compagno di squadra. Solo una hard per il campione del mondo, due per il leader della classifica di questa stagione.

Ma le strategie si differenziano un po’ per tutte le squadre per questo ci possiamo aspettare una gara molto divertente e soprattutto con idee diverse. Ma come sempre dipenderà molto dalle prove libere e dalle qualifiche dove i piloti sceglieranno il numero di gomme da utilizzare per avere a disposizione la maggior parte dei set non usati in gara. In questo caso come sempre la parola passa alla pista e la sfida tra Mercedes e Ferrari sembra essere ormai definitivamente lanciata anche per quanto riguarda le strategie.

Di seguito il tweet con le gomme scelte dai team per i piloti

fonte foto copertina https://twitter.com/pirellisport

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Formula 1, Mick Schumacher sull’Alfa Romeo. Il migliore è Russell nel secondo giorno dei test

Mercato delle auto in calo, colpa anche dell’Ecobonus?