Fabio Capello compie 74 anni. Alla scoperta di uno dei tecnici più vincenti della storia del calcio internazionale: dai successi in Italia a quelli con il Real Madrid.

ROMA – Tanti auguri a Fabio Capello. Andiamo alla scoperta del tecnico friulano che è stato uno degli allenatori più vincenti della storia del calcio: dai trionfi sulla panchina del Milan, passando a quelli di Roma e Juventus, finendo con il Real Madrid.

Fabio Capello: la carriera da giocatore e allenatore

Nato a Pieris il 18 giugno del 1946, il Capello calciatore è cresciuto nella SPAL. Dopo aver esordito tra i professionisti con gli estensi, ha speso la sua carriera tra Roma, Juventus e Milan, vincendo ben quattro campionati e due  Coppe Italia.

Fabio Capello
Fabio Capello

Appesi gli scarpini al chiodo, ha subito intrapreso l’avventura da allenatore del Milan. Con i rossoneri debuttò nel grande calcio in panchina subentrando a Niels Liedhom. Dopo una piccola parentesi da dirigente, ritornò ad allenare la squadra meneghina dal 1991 al 1996 vincendo quattro scudetti e una Champions League. La sua carriera vincente da tecnico continuò in Italia con Roma e Juventus, vincendo campionati (quelli con i bianconeri revocati per il caso Calciopoli n.d.r.) e Coppe Italia.

Al termine della sua avventura sulla panchina della Vecchia Signora, ha deciso di ritornare al Real Madrid dove nella sua precedente esperienza non aveva fatto bene. Con i Blancos si è riscattato immediatamente il campionato. Lasciata la panchina della squadra spagnola, ha intrapreso una carriera di commissario tecnico non troppo fortunata con Inghilterra e Russia. La sua ultima panchina è stata in Cina con lo Jiangsu Suning.

Fabio Capello: moglie, figli e vita privata

La vita privata di Fabio Capello non è mai stata sotto i riflettori del gossip. Il tecnico si è sposato nel 1969 con la sua compagna Laura Ghisi. La coppia ha avuto due figli: Pier Filippo (nato nel 1972 e avvocato sportivo) ed Edoardo, anche lui giurista.

L’allenatore friulano ha sempre tenuto separati l’ambito sportivo da quello privato: “Ho voluto lasciare il pallone fuori dalla porta di casa – ha dichiarato in un’intervista – e se la mia famiglia vuole sapere qualcosa sulle partite devono comprare il giornale“.

Cinque curiosità su Fabio Capello

Ora andiamo a scoprire cinque curiosità sul tecnico friulano

• Oltre al calcio, come tutti i friulani è un grande appassionato di bici e di vino.

• Ama l’arte astratta. Paragonò un derby della Capitale a Broadway Boogie-Woogie di Mondrian.

• È una persona molto superstiziosa.

• Ha segnato il gol decisivo della prima vittoria dell’Italia a Wembley.

• Negli ultimi anni ha intrapreso la carriera di opinionista televisivo.

Di seguito il video con un tributo a Fabio Capello

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 18-06-2018


Mondiali Russia 2018, Tunisia-Inghilterra: le probabili formazioni

Donnarumma, i dubbi di Buffon riportano in auge la soluzione Psg