L’artista e imprenditore Fedez ha dichiarato di essere stato molto fortunato per quanto riguarda il suo tumore al pancreas.

Federico Lucia, in arte Fedez, è uno dei volti più famosi del web. Il suo podcast, co-condotto con Luis e Martin Sal, Muschio Selvaggio, è il podcast più seguito in Italia. Non solo: il suo ultimo album, Disumano, ha ricevuto elogi da parte di molti critici musicali ed ha raggiunto ottime posizioni nelle classifiche musicali italiane. Eppure, il marito di Chiara Ferragni ha scioccato il web, dopo aver dichiarato di essere stato colpito da un tumore al pancreas. Queste le sue dichiarazioni in merito all’avvenimento.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni di Federico Lucia

“Mi ritengo parecchio fortunato”. Queste le parole di Fedez in merito al tumore che lo ha colpito e riguardo l’operazione che ha subito al fine di asportarlo. Durante la presentazione di Love Mi, Fedez ha dichiarato quanto segue. “È arrivato l’esame istologico. Il tumore era molto raro, è quello di Steve Jobs, la fortuna è che non ha una classificazione in cancerogeno benigno ma in G1, G2 e G3. Il mio era G1, il che vuol dire ‘tanto culo’… Non ha preso i linfonodi e non avevo micro metastasi, per cui non ho dovuto fare chemioterapia. Al 90% posso dire che va tutto bene. È come se vedessi il mondo a colori”, ha affermato Fedez. “È stata un’operazione importante – ha dichiarato – sono stati rimossi duodeno, cistifellea, pancreas e un pezzo di intestino ma sto facendo attività fisica e mi ritengo molto molto fortunato”.

Fedez
Fedez

Fedez ha inoltre parlato di alcune polemiche in merito ad alcune sue dichiarazioni dei giorni scorsi: “Mi sono permesso di dire che l’amore per la famiglia è la cura più forte e ci sono state persone che hanno storto il naso ma io volevo solo ringraziare le persone che mi sono vicine, non volevo dire che l’amore sostituisce la medicina.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-05-2022


Kiev, arriva l’ergastolo per il primo soldato russo a processo per crimini di guerra

Il vaiolo delle scimmie avanza: dovremmo vaccinarci?