Ferrari, fiducia intatta in Leclerc anche dopo il Gp di Germania. Il pilota monegasco ha compreso l’errore e si prepara al riscatto.

Ferrari, piena fiducia in Charles Leclerc. Nonostante il disastro del Gp di Germania, il monegasco continua a godere della piena fiducia della sua Scuderia.

Ferrari, fiducia intatta in Leclerc

A Maranello sanno di avere tra le mani un vero e proprio asso del volante. Anche ad Hockenheim, prima del fatidico errore, il pilotino aveva messo in mostra le sue doti mettendo a segno una rimonta notevole. E questa volta con l’apporto provvidenziale del suo box che dal punto di vista della strategia non ha sbagliato nulla. Anzi, approfittando della Safety Car lo ha rimesso in corsa per la prima posizione già prima della metà della gara.

Il Gp di Germania potrebbe rappresentare una svolta nella crescita del giovane talento

L’epilogo della gara di Leclerc è un mix di fattori. Il monegasco ha sbagliato traiettoria, la macchina non ha reagito nel migliore dei modi, la via di fuga non è presentabile per un gran premio di Formula 1. E il monegasco non ha avuto la freddezza e l’abilità di Hamilton e Leclerc che, pur facendo lo stesso errore, hanno limitato i danni senza gettare alle ortiche la gara.

Charles Leclerc
Montmelo’ (Spagna) 18/02/2019 – test F1 / foto Federico Basile/Insidefoto/Image Sport nella foto: Charles Leclerc

Per Leclerc è arrivato il primo vero bagno di umiltà. In altre occasioni il pilota è stato tradito dalla macchina, altre volte dalla sua Scuderia. Questa volta la responsabilità è sua. Il giovane talento della Rossa forse per la prima volta ha tradito il suo muretto, così come la macchina lo ha tradito in occasione delle Qualifiche, quando il pilota avrebbe potuto prendersi la prima posizione.

Ferrari-Leclerc, un binomio che può diventare vincente

Tra Leclerc e la Ferrari c’è un rapporto paritario. La Rossa è all’altezza del pilota che deve sentire il peso e l’onore di sedersi alla guida del Cavallino.

Il pilota è una garanzia e un investimento per il futuro, ora ha bisogno di sentire la fiducia di tutta la famiglia Rossa. D’altronde ha dimostrato di meritarla.


Vettel c’è, Leclerc no: a questa Ferrari manca sempre qualcosa (o qualcuno)

Formula 1, le scelte delle gomme dei piloti per Budapest